Roma, l’ombra di uno stupratore seriale. Alemanno: ''c'è un mostriciattolo''

Roma, l’ombra di uno stupratore seriale. Alemanno: ''c'è un mostriciattolo''

ROMA - Ancora una violenza sessuale a Roma. E nella Capitale aleggia la paura di uno stupratore seriale. L'ultima vittima di un individuo con accento italiano, armato di coltello e con il volto coperto da un passamontagna è una studentessa universitaria di 21 anni. L'episodio si è consumato nella nottata tra giovedì e venerdì a Tor Carbone, alla periferia sud di Roma. Solo un mese fa, invece, era stata violentata una giornalista alla Bufalotta.

 

E anche il sindaco Gianni Alemanno ha espresso la sua preoccupazione. "A Roma c'è un mostro, anzi un mostriciattolo", ha affermato. Secondo il primo identikit diffuso dagli uomini della Squadra Mobile di Roma, lo stupratore ha un'età compresa tra i 30 e i 40 anni, è alto circa 1 metro e 75,  e ha l'accento romano.

 

Alemanno ha evidenziato che la situazione "non nasce dal degrado", ma "da una persona con problemi psichici, un mostro che opera nell'area metropolitana di Roma scegliendo le zone, dopo averle osservate lungamente". Il primo cittadino ha sottolineato che ci sono "particolari identici" tra gli episodi della Bufalotta e Tor Carbone che fanno escludere che si tratti di "un caso di emulazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -