Roma. stupro di Capodanno. Per il gip fu 'rapporto consensuale'

Roma. stupro di Capodanno. Per il gip fu 'rapporto consensuale'

Roma. stupro di Capodanno. Per il gip fu 'rapporto consensuale'

ROMA - Fu rapporto consensuale. E' quanto ha spiegato il gip Guglielmo Muntoni, nell'ordinanza con la quale, venerdì, ha rimesso in libertà Davide Franceschini, il 22enne fornaio di Fiumicino, accusato dello stupro di una ragazza di 25 anni di Genzano, durante la di Capodanno organizzata alla Nuova Fiera di Roma. Secondo il giudice, il giovane ha offerto "molti riscontri e nessuna smentita", mentre ha suscitato non pochi dubbio la versione forinita dalla ragazza.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La 25enne, infatti, - scrive il gip - ha "offerto tre diverse ricostruzioni incompatibili tra loro" al punto da "rendere insuperabile la constatazione che tali dichiarazioni siano inattendibili". Per il giudice, il quadro indiziario a carico del fornaio resta invariato, ma "gli stessi indizi appaiono assai meno gravi non potendosi escludere che la versione fornita da Franceschini sia sincera e che le lesioni più gravi non fossero volute ma siano state invece frutto di un gesto violento, compiuto durante un rapporto consensuale, per un moto di rabbia e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti ed alcoliche che rendevano lo stesso Franceschini poco in grado anche di valutare gli effetti del gesto".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -