Ronde cittadine, scoppia il dibattito

Ronde cittadine, scoppia il dibattito

Ronde cittadine, scoppia il dibattito

Sabato mattina si conoscerà nel dettaglio il progetto "Romagna Sicura", attraverso il quale la Lega Nord lancerà sul territorio locale le ronde civiche. Nel frattempo continua ad infuriare il dibattito tra le forze politiche e i cittadini sull'argomento. Alle ‘contro ronde' promosse da Rifondazione comunista con la costituzioni di comitati anti-fascisti, il Carroccio replica con durezza: "Non accettiamo lezioni da chi difende delinquenti come i ‘black block'".

 

LA PROPOSTA DI RIFONDAZIONE
"Dopo la campagna di arruolamento lanciata dalla Lega Nord in Romagna, facciamo appello affinché tutti i cittadini e le cittadine che hanno a cuore i principi democratici sanciti dalla nostra Costituzione formino dei Comitati Antifascisti". Rifondazione Comunista scende in campo contro le ronde cittadine e lo fa con le parole del segretario federale Luciano Ruscelli. "Saremo in prima fila in ogni territorio" con una campagna di adesione ai Comitati Antifascisti.

 

> SONDAGGIO: FAVOREVOLE O CONTRARIO?    

 

IL DIBATTITO
L'introduzione delle ronde cittadine previste dal pacchetto sicurezza del governo Berlusconi e che a breve partiranno anche in Romagna, continuano a far discutere. Ci si spacca tra favorevoli e contrari. In attesa di conoscere, venerdì, i dettagli del progetto "RomagnaSicura" lanciato dalla Lega Nord, il sondaggio tra i lettori di RomagnaOggi.it, pur non avendo alcuna velleità scientifica, mostra una netta maggioranza a favore dei "pattugliamenti" volontari cittadini.

 

Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, promotore dell'iniziativa, ha detto senza mezzi termini che "chi e' contro la proposta del Governo e' a favore delle ronde fai da te". Parole che anche a livello locale hanno suscitato numerose reazioni. Alessandro Castagnoli, segretario territoriale del Pd forlivese, ha parlato di un provvedimento che va contro la Costituzione. Piergiuseppe Bertaccini, assessore comunale al Volontariato, minimizza ricordando che a Forlì le ronde in qualche modo già: sono gli assistenti civici. 

 

"Per la prima volta nella storia repubblicana lo Stato sta per rinunciare ad una delle sue funzioni più importanti ed irrinunciabili: la gestione della sicurezza - attacca Castagnoli -. La volontà del Governo in carica di varare un'apposita normativa sul riconoscimento delle ‘ronde', ossia squadre organizzate ed autogestite da privati cittadini, al di fuori di ogni controllo da parte dell'Autorità di Pubblica Sicurezza, suscita grande e legittima perplessità". Anche alcune attiviste del Partito democratico si sono schierate contro, ricordando che "non siamo femmine di un branco".

 

La replica di Gianluca Pini, leader di Lega Nord Romagna, è altrettanto salata. "Le affermazioni di Castagnoli sulle ronde civiche sono ridicole oltre misura; se fosse vero ciò che afferma qualsiasi ente sussidiario creato per sopperire alle carenze dello stato sarebbe da mettere fuori Legge". A sostenere in parte questa tesi anche un intervento di Valerio Melandri.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non nego che le ronde civiche in certe zone del nord e sud d'Italia, veramente a rischio, possano essere positive, ma a Forlì non risolvono il problema della sicurezza nei termini in cui questa si propone nella nostra città", ha affermato invece il candidato a Sindaco di Forlì per la Destra, Francesco Minutillo.

Commenti (87)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Per Nicola, mia madre è del sud e ti garantisco che è difficile trovare nella fisionomia, nel colore della pelle, nelle usanze, anche nei piatti tipici del suo posto un legame con il mondo nordafricano o islamico diverso da quello che si riscontrerebbe dalla parte di mio padre che è romagnolissimo… Forse tu sei molto più a sud, quasi ai limiti della Penisola… Non è questo il punto, anche Claudia Schiffer potrebbe avere un antenato nero, non è questione di razza, parola che non si può nemmeno nominare senza il rischio di tirare in ballo il fascismo o i campi nazisti a quanto pare… Si parla di IDENTITA’, di tradizioni, di riferimenti storici e religiosi che i nostri avi hanno costruito, nel bene e nel male, e ci hanno lasciato. Anche se gli immigrati fossero TUTTI perfettamente onesti, non è pensabile che possano venire tutti qua nel giro di due o tre anni come sta avvenendo! Devono rimanere una piccola percentuale della popolazione e integrarsi, in modo che non dovremmo distinguerli da un qualsiasi altro “italiano”, poi se i capelli sono biondi o la pelle scura questo dovrebbe essere solo un carattere secondario che ci distingue e rende unici! Ma per questo ci vuole tempo. Basta con le menate che sono venuti a lavorare… si vedono purtroppo ora i risultati di questi sociologi, banchieri e professoroni di economia.

  • Avatar anonimo di Spartaco
    Spartaco

    Prova a leggere bene: nessun paradiso in terra, ma neanche l'inferno. Si tratta della mia opinione, è chiaro, fondata però su dati e situazioni di fatto. Nessuno nega l'esistenza di crisi e problemi. Contesto un modo sbagliato di interpretare e affrontare la realtà, fondato sulla paura e sul richiamo a soluzioni demagogiche, drastiche e semplicistiche. Maggiore senso di giustizia, umanità e solidarietà sociale, non "buonismo" (comunque sempre meglio il buonismo del nazileghismo). E sottolineo giustizia, che significa anche lotta al crimine in tutte le sue forme e da chiunque sia perpetrato, tra cui gli atti di xenofobia, razzismo e intolleranza. Non so se per alcuni sarebbe un quadretto tanto roseo, se cominciassero ad essere applicate le nostre leggi e la nostra Costituzione. Un saluto da Spartaco e dalle oche del Campidoglio.

  • Avatar anonimo di Brenno
    Brenno

    Che bel quadretto Spartaco....il paradiso in terra!

  • Avatar anonimo di Spartaco
    Spartaco

    ma ancora - anzi, di nuovo - le razze e le etnie? mi chiedo perchè tenere aperte le scuole a tutti, se questo è il risultato. Proposta più leghista della lega: si potrebbe mandare la manodopera gallico-leghista così recuperata a lavorare al posto degli stranieri... Domandatevi una cosa, se ce la fate: perchè oggi in Italia ci sono molti stranieri, in numero sconosciuto fino a vent'anni fa, mentre paesi euroopei come Francia, Inghilterra, Germania hanno conosciuto fin dagli anni '50 una forte immigrazione? Perchè fino alla fine degli anni '70, alle necessità del sistema produttivo italiano bastava la manodopera autoctona e nazionale (anche se tanti, allora, non erano mica disposti a considerarsi della stessa "razza" dei meridionali - che sono sempre gli altri più a sud, quindi rispetto a un lumbard anche il romagnolo non se la passa bene). Ora non è più così, e non perchè gli italiani non abbiano voglia di lavorare, ma perchè fortunatamente il nostro paese si è sviluppato moltissimo durante gli anni 80 e 90, producendo ricchezza e lavoro. Ci rubano il lavoro? Quale? La disoccupazione qui è a tassi giapponesi. Ci rubano la casa? Se anche fosse vero, e non lo è, parliamone con tanti imprenditori disponibili a assumere le persone e a dargli una casa. Per fortuna, nella nostra zona c'è ancora gente che lavora e dotata di ragionevolezza, e gli aguzzini sfruttatori sono ancora una minoranza. Ma ancora per quanto? Ci sottraggono servizi? Anche qui, si continua confondere situazioni economiche con questioni di altro tipo. E' il classico meccanismo della paranoia razzista, che giunge in aiuto in mancanza di altri strumenti per capire meglio la realtà. Nonostante tutto, penso che fascismo, razzismo e integralismo di ogni tipo siano frutto di ignoranza, frustrazione, impotenza. Ma il problema è un sistema economico che crea competizione e divisione. Cambiamolo senza guerre tra sfigati e paranoie. e poi cos'è sta storia di organizzarsi e andare a prendere qualcuno? BASTA

  • Avatar anonimo di luca.p
    luca.p

    ...la selva di luoghi comuni che ho trovato in qualche post è inquietante...non sono leghista, ma se la storia non mi tradisce il ricco nord-est fino a metà secolo scorso era forse una delle zone più depresse d'Italia e tanti veneti emigravano perchè da mangiare proprio non ne avevano...quindi forse le manine sporche di terra le abbiamo un po tutti... tornando al problema immigrazione ...forse è un luogo comune anche il mio, ma ritengo essenziale che ogni cittadino che calpesta il nostro territorio (italiani compresi), per la libertà di tutti al compimento della maggiore età (o all'arrivo nel nostro paese), lascino impronte digitali e dna a lle autorità competenti...nessuno parla dell'atteggimento pilatesco dell'europa che se ne frega degli immigrati se non quando deve ammonire chi cerca di affrontare realmente i problemi... ...altrettanto inquietanti sono i comitati antifascisti...organizzati da politici abbastanza disonesti da non spiegare ai propri elettori come si dovrebbero organizzare queste "ronde"... buona giornata

  • Avatar anonimo di Brenno
    Brenno

    mmm..nicola forse ti confondi con qualche altro utente, non ti ho mai dato del terrone, rileggi bene i post precedenti. sta storia del terrone poi te la sei tirata fuori da solo, la solita sceneggiata ed il solito vittimismo di voi meridionali. dagli assistenti civici per la sicurezza siamo passati ai dati del pil prodotto da immigrati regolari ed ora alle differenze antropologiche nord sud.... bha...

  • Avatar anonimo di Nicola
    Nicola

    Davide non vorrei fare il saccente... ma è banale dirti che noi di etnia e razza geografica (in qualsiasi manuale di antropologia o geografia politica lo puoi trovare) siamo indoeuropei che significa che siamo la stessa razza dei rom e degli indiani.. i rom hanno fatto l'identico nostro percorso migratorio, dall'india verso l'Europa... tra l'altro... e poi se permetti noi del sud abbiamo culturalmente e storicamente molte più influenze con quelli che tu chiami islamici (è una religione che deriva da abramo e non un'etnia) che con le popolazioni nordiche.. dal colore della pelle ai dolci fatti in cucina... perciò come vedi si possono sempre trovare dei motivi per essere diversi, il problema è quando si utilizzano le differenze per mascherare degli intenti politici di potere che niente hanno a che vedere con la reale condizione delle persone... PS: i figli... significa che chi la dura la spunta... fra qualche generazione chi non fa figli sarà destinato ad estinguersi...e noi del sud di sera non guardiamo la tv...

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Nicola, il dualismo Nord Sud è cosa ormai superata. La diffidenza verso i meridionali non era certo dovuta al fatto che avessero le mani sporche di terra. Fra parentesi, non so come fai a sapere per chi vota la mafia... Non sono un antropologo, ma penso di dire cosa non scandalosa affermando che italiani del nord e del sud appartengono alla stessa razza ed etnia, cosa ben diversa rispetto gli immigrati islamici, i rom -non i romeni- i cinesi eccetera. Se per milioni di anni, da quando esiste l'uomo, non sono mai venuti a stabilirsi qua o sono stati respinti, non vedo perchè ora nel giro di 10 anni dobbiamo diventare una società multietnica. Invece, a dimostrazione del fatto che non esiste più il problema Nord Sud, pur rimanendo qualche pregiudizio di poco conto, ormai moltissimi, come me, hanno un padre del nord e una madre del sud o viceversa, e nelle generazioni non vi è distinzione alcuna. P.S. non ho capito il discorso dello sfornare i figli a ciclo continuo come fossero conigli.

  • Avatar anonimo di Nicola
    Nicola

    Ringrazio vivamente Brenno per avermi dato del terrone!!! Lo sono e con orgoglio... certo è che non conosce nemmeno l'origine del termine...ma questo è normale i leghisti parlano sempre senza sapere cosa dicono... o che allenza fanno visto che si alleano con lombardo in sicilia, un personaggio molto amato soprattutto dalla mafia... e poi parlano di ronde...comunque deriva dal fatto (così impari qualcosa) che i contadini che venivano a lavorare al nord avevano ancora le mani nere della terra, e sinceramente ne vado orgoglioso... si!!! sono un terrone perchè vengo dal sud e dalla terra. e come tanti di noi abbiamo ricostruito il nord e lavorato nei cantieri e nelle fabbriche in condizioni disumane ed è per questo che mi batto che non accada ad altri quello che è successo a noi... terroni!!! comunque all'epoca molta gente del nord ha saputo vedere oltre il loro naso e tutti i diritti e il benessere che oggi abbiamo è stato ottenuto con quella alleanza tra lavoratori terroni e lavoratori polentoni... ma non tutto dura per sempre, per fortuna... ed ora con la crisi che sta arrivando chi vuole ancora dei diritti dovrà riguadagnarseli se ne sarà capace...e non certo cacciando i migranti si riotterranno quelli perduti.. comunque emanuele si può organizzare quanto vuole ma noi abbiamo la superiorità dei numeri... la sera non guardiamo la televisione, ma facciamo figli e alla lunga saremo di più...

  • Avatar anonimo di emanuele
    emanuele

    Stai all'erta Mohammed che appena ci simo oganizzati bene veniamo a prenderti.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Grazie Tytus per le precisazioni. Quindi in sostanza le esenzioni sono legate al reddito, non al fatto che siano stranieri. In pratica, se una persona e' al di sotto della soglia di poverta' ha diritto ad alcune agevolazioni, indipendentemente dalla nazionalita'. Quindi non e' vero che gli stranieri sono "agevolati" rispetto a noi italiani in ticket, dentista e libri. Ok.

  • Avatar anonimo di MOHAMMED
    MOHAMMED

    NO RONDE

  • Avatar anonimo di Tytus
    Tytus

    chiedo scusa ma credo che qui si stia cadendo nella retorica da bar gli stranieri più diritti di noi e le donne non sanno guidare... :-D mentre credo che la seconda sia una inequivocabile verità bisogna puntualizzare alcuni aspetti della prima affermazione: Gli stranieri godono di molti diritti a parte i fondi regionali dedicati dei quali non mi occupo hanno esenzione da ticket e dentista in quanto risultano sotto soglia di poverta (quello che sento chiamare reddito ISEE) visto che lavorano poco o in nero o così via non ho i loro cedolini ma invit chi non mi credi a farsi un giro nei pronto soccorsi... Libri scolastici stessa pappina reddito isee libri a scrocco poi 2 anni di residenza scusatemi mi sembrano pochini molti stranieri che vengono e si sposano qua o con babini ancora lattanti ecco fatto che all'età della scuaola possono già avere i 2 anni di residenza... Forte privilegio di cui godono diverso da quello delle leggi che sfruttano tramite sotterfgi o reali esigenze è la compassione molti istituti creano classi speciali corsi extra di stdio e via dicendo oltre che tante aziende no profit che s'impegnano per gli aiutarli mentre noi italiani quando eravamo emigranti mangiavao tutti i giorni pane e manganellate. Chidendo parte che credo importante condividere è che le ronde non sono anti extra comunitario ma libere associazioni di cittadini (questa volta gestite anche dalla prefettura) che vanno a sopperire alla mancanza di agenti dando un servizio capillare e una maggiore sicurezza a tutta la popolazione

  • Avatar anonimo di Brenno
    Brenno

    perchè a Milano governa il centro destra e la lega, se è per questo anche a Dovadola e Castrocaro la lega ha messo mano ai regolamenti comunali dando più punti ai residenti, da più risiedi più punti prendi in lista. facile, semplice e democratico.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Cure odontoiatriche gratis ed esenzione dal ticket SOLO per gli stranieri? Interessante 'sta cosa, Brenno, hai delle fonti che la confermano? Sui libri scolastici guarda un po', ho trovato il contrario: il Comune di Milano lo scorso settembre ha predisposto aiuti economici solo per le famiglie residenti da piu' di due anni, indipendentemente dal reddito, e quindi sfavorendo maggiormente gli immigrati.

  • Avatar anonimo di Enrico
    Enrico

    Brenno, sono d'accordissimo con te !! ...per non parlare dei punteggi in più per piazzare i loro figli ai nido e alle materne... .. tutta questa gente di sinistra sembra che viva nel mondo di PAPALLA...mentre tutti gli extracomunitari hanno trovato nel nostro paese il paese del BALOCCHI.. per Nicola.. ..da Ancona in giù siete tutti "marocchini" o "terroni" per definizione.. anche se pur sempre ITALIANI ;)

  • Avatar anonimo di Brenno
    Brenno

    hanno più diritti perchè semplicemente godono di attenzioni, e finanziamenti che gli italiani si scordano. qualche esempio: i finanziamenti che stanzia la regione a fondo perduto per tutti gli stranieri che vogliono aprire un'attività propria, le cure gratis come quelle odontoiatriche, l'esenzione dei ticket ospedalieri, gli aiuti economici per l'acquisto dei libri scolastici ecc...ecc... ma ragazzi non sforzatevi in mille seghe mentali, potete anche non crederci...io mica vi voglio convincere, contenti voi contenti tutti (...poi non lamentatevi se rifognazione prende meno del 3% ed il pd è ormai al 20%)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Grazie Nicola per le risposte. Quanto alla questione dei diritti, da quel che dice Brenno sembra che ormai gli immigrati abbiano *quasi gli stessi* diritti degli italiani, e non "ormai di piu'" come era stato detto prima, il che mi sembra decisamente diverso (e' praticamente il contrario, in effetti). Quanto all'anzianita' di residenza, questa e' GIA' un requisito in servizi sociali quali per esempio l'assegnazione delle case popolari, Brenno, ci sono stati diversi articoli anche qui. Ad ogni modo, mi par quindi di capire che affermare che gli immigrati hanno "ormai piu' diritti" degli italiani e' falso, visto che in realta' ne hanno di meno. Buono a sapersi. Ah, Nicola: spiace dirtelo cosi' brutalmente ma si', sei un "marocchino"! ;-)

  • Avatar anonimo di Nicola
    Nicola

    Quanto per chiarezza: - per brenno: I dati l'aveva richiesti matteol. - io che sono meridionale e ho la residenza a forlì da poco tempo sono italiano o come dite voi "marocchino"? - i dati che cita luca.p dove li ha presi? Sono parole in libertà o da bar? Oppure sono quella machifica arte di raccontare cavolate tanto poi nessuno verifica? Perciò mi citeresti la fonte?

  • Avatar anonimo di Roberto S
    Roberto S

    La butto là! E se le Ronde fossero una strategia politica della Lega per rafforzarsi all'interno della coalizione di maggioranza nell'ottica delle prossime elezioni (amministrative ed europee) al fine di condizionare l'azione di governo? Per adesso il gioco pare funzionare, tutti Destra e Sinistra litigano e discutono sulle ronde e molti incerti magari si riconoscono nelle posizioni "Rondiste" della Lega... (all'interno della Destra più di uno è perplesso in merito alle ronde...) E' solo fantapolitica oppure siamo realmente sull'orlo del baratro in tema di sicurezza? Nessuno ricorda più che lo stesso gioco fu fatto dalla coalizione di Destra alle ultime elezioni (... dopo una settimana la situazione era già sotto controllo e nessuno parlava più del tema sicurezza?). In questo paese abbiamo sempre la memoria corta!

  • Avatar anonimo di Brenno
    Brenno

    tutti questi numeri non vogliono dire niente esulano dal discorso ronde e sicurezza 1-perchè le ronde non sono fatte per individuare e schedare gli immigrati, bensì per vigilare sul degrado e per dare più sicurezza ai cittadini.. quindi sapere quanti immigrati regolari ci sono in italia e quanto producono di PIL non c'entra niente col discorso in atto. nessuno, lega compresa, ha mai messo in dubbio che vi siano persone oneste che lavorano regolarmente, quello che non va bene è la clandestinità ed è quella che va combattuta 2-nonostante vi siano persone regolari senza precedenti e con la fedina penale pulita, trovo alquanto sbagliato non tenere conto dell'anzianità di residenza nell'assegnazione dei servizi sociali, i regolamenti attuali sono una forma di razzismo al contrario, prima devono venire gli italiani in tutti gli ambiti.

  • Avatar anonimo di luca.p
    luca.p

    ...non credo che l'esasperazione di alcuni cittadini, sia dovuta a quegli immigrati onesti che in qualche modo aiutano il progeresso del nostro paese... ...forse pensare che il 40% dei reati a sfondo sessuale sia causato dal 9% della popolazione (stranieri in Italia) aiuta a capire le insofferenze... ...che alla gente dia fastidio chi delinque e non chi produce?... a voi la risposta

  • Avatar anonimo di Nicola
    Nicola

    Roma - 9 maggio 2008 - Gli stranieri in Italia contribuiscono per il 9,2% alla creazione del Prodotto interno lordo a livello nazionale. Se poi si considerano il contributo solo al valore aggiunto delle macroaree di maggiore inserimento, la percentuale sfiora l’11% (10,9% al Nord Est, 10,8% nel Nord Ovest, 10,5% al Centro, 4,4% nel mezzogiorno). Sono i dati elaborati dal Centro Studi Unioncamere e Istituto Tagliacarte pubblicati in un rapporto presentato ieri a Roma in occasione della sesta giornata dell’economia. Il calcolo è riferito al 2006 e, come spiegano i ricercatori, “si è basato su una ricostruzione dell’occupazione interna straniera per settore/territorio, e comprende anche la componente irregolare” In termini assoluti il Pil prodotto dagli immigrati è stato di 122mila milioni di euro, concentrati quasi per il 60% nei servizi, quindi nell’ industria (24%) e nelle costruzioni (13%). Ma è proprio nelle costruzioni che i lavoratori stranieri danno il contributo proporzionalmente più elevato, producendo il 20% del valore aggiunto del settore. Il rapporto parla anche di imprenditori stranieri, documentandone anche per il 2007 la grande vitalità. Sono state 37.531 le imprese individuali aperte da persone nate al di fuori dei confini dell’Unione Europea. Rispetto all’anno precedente, il totale delle imprese individuali gestite da titolari immigrati da Paesi non appartenenti all’UE è così aumentato di 16.654 unità, raggiungendo il valore di 225.408 unità, l’8% in più rispetto al dato di fine 2006. Nella classifica delle provenienze, il Paese d’origine più rappresentato tra le nuove iscrizioni dello scorso anno è la Cina (6.929 titolari), seguono Marocco (5.756 nuovi titolari) e Albania (5.118 nuovi imprenditori). Insieme, questi tre Paesi hanno determinato il 47,4% delle nuove iscrizioni. La crescita del 2007 si concentra soprattutto nelle costruzioni (6.603 unità in più), nel commercio (+ 5.445) e, più a distanza, nelle attività manifatturiere (+2.473 imprese). La concentrazione maggiore dell’imprenditoria immigrata si registra in termini assoluti in Lombardia (41.064 imprese, il 18,2% di tutte le imprese con titolare non UE), ma è la Toscana che ospita il numero più elevato di imprenditori immigrati in proporzione al numero di imprese individuali residenti: 23.417 su 224.168, in pratica più di un’impresa ogni 10. Il record provinciale va a Prato, dove oltre un’impresa ogni quattro (il 27,4%) ha un titolare immigrato.

  • Avatar anonimo di Nicola
    Nicola

    Dai dati non perfettamente rispondenti alla tua richiesta ma che facilmente si possono elaborare si intuisce che avere i migranti è un enorme vantaggio se si guardano i Dati CNEL (nel sito)della composizione per età dei migranti presenti in italia: sono molto giovani e quindi usufruiscono molto meno dei servizi più costosi, sanitari assistenziali ecc. per contro producono un pil in percentuale molto più alto rispetto alla loro presenza. sono il 6% e producono il 9% di Pil dati Union Camere. qui di seguito riportati.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    In che senso gli immigrati avrebbero ormai piu' diritti degli italiani? Quali diritti hanno loro che a noi sono negati? Sarebbe interessante avere dei dati precisi e circostanziati, questa dei diritti e' una cosa che sento ripetere spesso ma nessuno e' mai entrato nei dettagli.

  • Avatar anonimo di Brenno
    Brenno

    se lei non sa distinguere tra una minaccia ed un commento non so cosa dirle. idem per i dati su asili nido, case popolari, servizi sociali, sanità ecc..ecc.. che riguardano gli immigrati, si informi meglio e potrà constatare da solo lo stato in cui ci troviamo. saluti.

  • Avatar anonimo di caputese
    caputese

    Caro sig. Brenno, siamo pure all'individuazione di chi invia commenti via web. Poi gli mandiamo una bella squadraccia con manganello ad addrizargli la schiena. E poi con sta storia che gli immigrati hanno più diritti di noi avete rotto le scatole. Questo discorso è pari alla leggenda metropolitana degli alligatori nelle fogne. Ma datevi una svegliata ed iniziate a ragionare con la vostra testa e non con le minchiate che vi propinano i vostri padroni!

  • Avatar anonimo di Nicola
    Nicola

    Mohammed se la prossima volta devi imbrogliare fallo meglio... io non ho mai visto un migrante parlare (e scrivere) così bene... nemmeno il compagno che ha un B2 (è uno dei massimi livelli di Italiano) e frequenta l'università... sei madrelingua italiano? Oppure sei un Italiano che vuole fare il musulmano fondamentalisti integralista? Ai posteri o alla Digos l'ardua sentenza..

  • Avatar anonimo di Roberto S
    Roberto S

    Ecco, questo signore ha fatto più danni per i suoi connazionali onesti con neanche 100 parole, più di chiunque altro... non ha capito nulla! Ma se si trova così male in Italia, perchè non torna al suo paese, invece di sputare nel piatto dove mangia? A volte è molto difficile comprendere gli altri! Caro amico, se vuoi il rispetto lo devi meritare rispettando le leggi italiane!

Commenti meno recenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -