'Ruba' auto del cliente dopo rapporto omosessuale non pagato

'Ruba' auto del cliente dopo rapporto omosessuale non pagato

FORLI’ – Si era trattenuto l’automobile del legittimo proprietario come pegno di un rapporto omosessuale non pagato. Nel frattempo, però, il titolare della vettura si era presentato alla stazione dei Carabinieri per sporgere una denuncia per furto. L’intreccio, venuto alla luce in seguito al ritrovamento dell’auto (una Fiat Marengo) in via Ravegnana a Forlì da parte degli agenti della Volante della locale Questura, si è concluso con la denuncia di due persone.


Tutto ha avuto inizio martedì pomeriggio, attorno alle 15.30, quando i poliziotti, impegnati in un servizio di pattugliamento, hanno rinvenuto una Fiat Marengo (ovvero la Fiat Marea trasformata in autocarro) in via Ravegnana, risultata oggetto di furto. Rapide indagini hanno permesso di appurare che l’auto era in uso ad un giovane ventenne della Costa D’Avorio.


Il giovane è stato rintracciato e portato in Questura per essere interrogato. Qui ha raccontato di essersi preso e tenuto in “garanzia” l’automobile in quanto la sera precedente aveva avuto con il legittimo proprietario, un campano quarantenne residente a Forlì, un rapporto sessuale non pagato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il campano, pronto a versare la somma stipulata, nel frattempo si era presentato nella caserma dei Carabinieri per cautelarsi, denunciando il furto dell’automobile. Ma siccome non si è trattato di un furto, il quarantenne è stato denunciato per simulazione di reato, mentre il giovane ivoriano per appropriazione indebita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -