Rubicone, allarme obesità: il 45% della popolazione è sovrappeso

Rubicone, allarme obesità: il 45% della popolazione è sovrappeso

E’ allarme salute nella valle del Rubicone. Un’indagine Ausl rivela dati poco confortanti: si mangia troppo e male, e la prima conseguenza è il costante aumento di peso. Il 7% della popolazione adulta è obesa e addirittura il 38% è in sovrappeso. Dati che hanno allarmato i medici che, ovviamente, sono a conoscenza di come l’eccesso di peso causa problemi gravi di salute, come malattie cardiovascolari, diabete e ipertensione. E nei bambini la situazione non è migliore.


Negli adulti, cioè le persone di età compresa tra 18 e 69 anni, la condizione di sovrappeso aumenta con il diminuire del livello di istruzione. Su un totale di 100 persone, ben 7 sono obese e 38 in sovrappeso. Un dato che purtroppo tende di anno in anno ad aumentare. Ma è nei bambini che forse la situazione è ancora più drammatica, se si considera che a sei anni il 15% dei bimbi è in sovrappeso e il 9% in condizione di obesità.


Dall’indagine risulta chiaro come i ritmi di vita e di lavoro sempre più alti sono la causa maggiore di questo aumento di peso generale: poche persone in sovrappeso fanno attività fisica (solo una su quattro) e le motivazioni principali sono il “tempo che manca” o la pigrizia. Inoltre non si consumano pasti regolari e a sedere, in quanto anche per motivi lavorativi spesso si mangia in fretta e in piedi, oppure prodotti confezionati, da forno e bevande gassate, che sicuramente non contribuiscono ad un’alimentazione sana e corretta. Pochi inoltre conoscono l’importanza di mangiare almeno 5 volte al giorno frutta e verdura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le soluzioni? L’Ausl consiglia nelle scuole di aumentare l’informazione sull’importanza di un’alimentazione sana e corretta, di coinvolgere maggiormente i ristoratori e distributori per realizzare piatti salutari e di promuovere sempre di più l’attività fisica, condizione fondamentale per mantenersi sempre in ottima forma e, di conseguenza, in ottima salute.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -