Rubicone, Nervegna (Pdl): "Sicurezza rimane un problema aperto"

Rubicone, Nervegna (Pdl): "Sicurezza rimane un problema aperto"

Rubicone, Nervegna (Pdl): "Sicurezza rimane un problema aperto"

"La sicurezza nel Rubicone resta un problema aperto, su cui si devono concentrare le azioni congiunte di Comuni e forze dell'ordine". Lo afferma Antonio Nervegna, consigliere regionale del Popolo della Libertà. Le cronache di oggi riportano il blitz dei Carabinieri nel laboratorio di via Samegna a Savignano, nei guai sono finiti sette cinesi, tra cui il titolare per immigrazione clandestina e sfruttamento di manodopera; e anche il furto in un negozio di abbigliamento di Longiano.

 

"L'ennesimo furto che si consuma nel territorio del Rubicone - sottolinea Nervegna - e che mette in risalto come sia necessario un maggior controllo nelle ore notturne. Il colpo è stato messo a segno in pieno centro storico, non in una zona isolata. Un plauso va invece ai Carabinieri per l'operazione messa a segno con successo a Savignano: i laboratori che non rispettano nessuna regola e che sfruttano la manodopera in nero sono quelli che piegano le imprese italiane. Ditte come queste, che si reggono in piedi sull'irregolarità e che sfruttano i clandestini, sono una pugnalata per il Made in Italy. Il blitz dei militari ha portato alla luce l'ennesimo laboratorio irregolare di cinesi. Un fenomeno, questo, che va sgominato al più presto. Altrimenti il rischio è che la terribile situazione che si è venuta a creare nel mobile imbottito a Forlì, recentemente balzata alle cronache nazionali, si ripresenti con gli stessi effetti anche nel calzaturiero, altro settore di punta dell'artigianato della nostra Provincia. Un settore da difendere a tutti i costi da questa concorrenza sleale e irregolare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -