Ruby, udienza potrebbe slittare di due mesi

Ruby, udienza potrebbe slittare di due mesi

Ruby, udienza potrebbe slittare di due mesi

ROMA - E' la settimana del processo Ruby che vede imputato il premier Silvio Berlusconi con le accuse di concussione e prostituzione minorile. Ci si arriva in un clima politico incandescente: l'aula della Camera dovrà pronunciarsi martedì sia sulla richiesta della maggioranza di sollevare un conflitto di attribuzione davanti alla Corte costituzionale proprio sul caso Ruby, sia sulla prescrizione breve. Mercoledì il premier sono sarà in aula in tribunale a Milano.

 

Sarà assente anche Ruby, che si presenterà in aula solo quando sarà citata dall'accusa e dalla difesa per testimoniare. L'udienza di mercoledì servirà per fissare il calendario delle prossime udienze.
Il processo potrebbe essere sospeso nell'attesa del verdetto della Consulta. Lunedì è ripresa l'udienza preliminare relativa all'ultimo capitolo dei diritti tv, quello di Mediatrade, che si svolge davanti al gup di Milano Maria Vicidomini.

 

Come annunciato da giorni Berlusconi non si è presentato in aula poiché impugnato in Tunisia. Nell'ambito di questo procedimento e' accusato di frode fiscale e appropriazione indebita. Con lui sono indagate altre 11 persone tra cui il figlio maggiore Pier Silvio e Fedele Confalonieri.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -