Rugby, l'Asd Meldola sogna per metà partita a San Lorenzo in Campo

Rugby, l'Asd Meldola sogna per metà partita a San Lorenzo in Campo

SAN LORENZO IN CAMPO - L'Asd Meldola sogna per metà partita a San Lorenzo in Campo. In trasferta contro i locali, i romagnoli si presentano con un uomo in meno, 14 contro 15, ma fanno paura ai padroni di casa, prima di capitolare nel secondo tempo per perdere poi 34-12 (primo tempo 7 -5 per il Meldola). Dopo un discreto avvio di entrambe le formazioni è il Meldola a segnare: Miserocchi rompe il placcaggio dell'apertura, scavalca un calcetto l'estremo e schiaccia l'ovale in mezzo ai pali; Giorgio Rotondo trasforma, per il 7-0. San Lorenzo prova a reagire, ma è ancora la squadra romagnola, oggi con la casacca rossa, ad avere due belle occasioni, prima con Morigi e poi con Giorgio Rotondo, fermati a pochi metri dalla linea di meta. I padroni di casa vanno in meta, ma senza trasformare. Il primo tempo si conclude per 7-5.

 

Nel secondo San Lorenzo inserisce forze fresche in prima linea, che hanno la meglio piano piano sui meldolesi Annunziata, Sansavini e Valpiani,  ed un estremo veloce, che con i suoi inserimenti "spacca" più volte la difesa romagnola. E' proprio lui a segnare due belle mete, mentre Morigi lo blocca a pochi passi dalla terza. Per 10 minuti i meldolesi rimangono in 13, per l'uscita dal campo di Giorgio Rotondo, che stringe i denti e rientra per finire la partita. Sono i padroni di casa a menare le danze ed a portarsi sul 24-7. La mischia romagnola, malgrado un monumentale Servetti, che placca tutto ciò che può, scompare dal match. In una delle poche occasione in cui Meldola si affaccia nella metà campo avversaria nel secondo parziale, Ascari-Raccagni si avventa su un pallone perso dall'attacco dei marchigiani e porta l'ovale oltre la linea di meta; la trasformazione a Morigi è negata dal palo.

 

E' ancora il San Lorenzo ad andare a segno due volte, mentre Miserocchi e Pasini, quest'ultimo veramente positivo al suo debutto da terza linea, riescono a fermare gli avversari mentre stanno schiacciando la palla in meta, in altre due occasioni. Nel finale l'arbitro espelle per dieci minuti con il cartellino giallo il centro meldolese  Calvano e un giocatore del San Lorenzo, ma sono gli ultimi fuochi del match.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

<Abbiamo lottato con efficacia solo per un tempo - commenta coach Miserocchi - e siamo andati al di là delle aspettative. Siamo riusciti ad essere in 14 solo grazie al recupero di Sansavini e quello a sorpresa di Camporesi. Purtroppo infortuni e squalifiche riducono una rosa già limitata. Certo non possiamo accampare scuse, ma dobbiamo lavorare ancora di più; non possiamo smettere di giocare al 40' perché siamo "cotti", come è avvenuto oggi. I ragazzi sono in gamba e devono pretendere di più da loro stessi>.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -