Russi, approvata in consiglio la convenzione tra il Comune di Russi e PowerCrop

Russi, approvata in consiglio la convenzione tra il Comune di Russi e PowerCrop

Il sindaco Sergio Retini

RUSSI - Grande soddisfazione nelle fila della Maggioranza, sindaco Retini in testa, per un atto previsto nel programma elettorale e ora approvato in Consiglio: la convenzione tra Comune e PowerCrop per la riconversione dello Zuccherificio Eridania. Davanti alla città di Russi c'è ora uno scenario interessantissimo per quel che riguarda lo sviluppo dell'economia locale e del territorio. "L'accordo con PowerCrop che abbiamo ereditato dalla precedente Amministrazione - ha concluso Retini - è stato migliorato. Lo avevamo promesso e lo abbiamo fatto. Sant'Eufemia oggi è un punto fermo, non un'opzione e in cinque anni potranno aprire i cantieri per lo sviluppo del nostro territorio".

 

Dunque riconversione della filiera bieticola in filiera agroenergetica, adeguamento delle infrastrutture e sviluppo di nuove aree produttive, oltre a concreti interventi sul territorio in campo formativo e culturale.

Si chiude così un confronto serrato fra le forze politiche locali, che tale è stato anche nella mattinata di sabato 19 marzo, nella seduta del Consiglio comunale con all'ordine del giorno il progetto unitario di iniziativa privata del comparto Eridania, con relativa approvazione della convenzione tra il Comune di Russi e la società PowerCrop inerente il progetto per il Polo Energetico nell'area dell'ex Eridania.

 

In aula, alle sollecitazioni delle forze di opposizione di fermare il progetto o almeno di rivederlo, la maggioranza ha fatto sentire a più voci le ragioni della scelta di un progetto valutato sotto ogni aspetto in sede locale e che, di recente, ha superato positivamente (28 febbraio scorso) la Valutazione di Impatto Ambientale (Via) della Conferenza dei Servizi regionale. Sabato mattina, il Consiglio comunale è stato quindi chiamato a votare la relativa convenzione urbanistica per la partenza dei lavori.

 

 

LA CONVENZIONE

A illustrare ai consiglieri la convenzione è stato l'assessore all'Urbanistica e Attività Produttive Enzo Bosi, che si è rifatto alle origini del progetto. "Dopo la chiusura dello Zuccherificio a causa della riforma europea dell'Ocm saccarifero - ha spiegato Bosi -, chiusura che ha avuto conseguenze molto pesanti sull'economia del nostro territorio, l'amministrazione comunale ha ragionato su un progetto che avesse tre grandi priorità. Anzitutto una riconversione industriale compatibile con l'ambiente, e oggi il progetto PowerCrop ha superato al valutazione di impatto ambientale degli organi preposti. Poi la ricostituzione di una filiera agro-energetica locale, garantita dal vincolo dell'approvvigionamento di biomasse entro i 70 km di raggio. Infine, l'occupazione e lo sviluppo del nostro territorio, tramite le misure compensative che faranno partire l'area artigianale Sant'Eufemia, per iniziativa di PowerCrop, autentico volano per lo sviluppo di Russi. La nuova convenzione ha stabilito forti penali in caso di ritardi dell'azienda proponente. Quindi, oggi essa è vincolata, mentre dal canto nostro, come Amministrazione comunale di Russi, forniremo all'azienda gli strumenti urbanistici necessari per programmare la realizzazione dell'area Sant'Eufemia e i relativi adeguamenti stradali, con tanto di svincolo autostradale". La convenzione specifica, inoltre, che le procedure degli espropri relativi all'area Sant'Eufemia saranno a carico del Comune, mentre i costi degli espropri saranno a carico di PowerCrop (punto tecnicamente certificato con l'approvazione di un emendamento del consigliere Salvatori di Insieme per Russi).

"Le misure compensative previste da questa convenzione - ha proseguito Bosi - ci consentirà di far finanziare a PowerCrop progetti importanti per Russi, legati ad esempio alla scuola di Godo e al Centro Paradiso, in modo da non dover sottostare ai vincoli del patto di stabilità che non permettono al Comune di intervenire direttamente". Riguardo alla convenzione, la Terza Commissione consiliare ci ha lavorato in due sedute, 10 e 18 marzo. "Abbiamo accolto molte osservazioni emerse" ha detto Bosi. Tra queste l'adeguamento di via Fiumazzo, come accesso al Polo Energetico per gli approvvigionamenti di materia prima, il vincolo per l'azienda di provvedere alle spese infrastrutturali, anche esterni alla centrale. Infine l'impegno, sempre per l'azienda, di provvedere alla bretella stradale, alla rotonda e allo svincolo autostradale di Sant'Eufemia, oltre a una corsia preferenziale per le aziende di Russi nei lavori di riconversione.

"Infine - ha concluso Bosi - è bene ricordare e che nella convenzione è citato l'accordo nazionale di Coldiretti e dei Consorzi Agrari con PowerCrop per l'approvvigionamento delle biomasse, perfettamente in linea con il progetto di Russi, per quanto a livello locale le associazioni agricole siano contrarie".

 

 

L'OSSERVATORIO

In diversi interventi si è fatto il punto sull'Osservatorio, strumento già approvato nella precedente legislatura, che avrà il compito di monitorare gli approvvigionamenti e il lavoro del Polo Energetico. Il presidente sarà il Sindaco Retini, responsabile della salute pubblica e l'osservatorio, a fronte di richieste scritte, dovrà avere dall'azienda tutti i dati richiesti".

Conti di LiberaRussi ha proposto un emendamento (integrato poi da Cellini di Noi per Russi) relativo all'Osservatorio, perché si possano avere dati anche su rilevamenti non previsti dalla Via. Cellini ha aggiunto la richiesta di visite ispettive con brevissimo preavviso.

Nel suo intervento finale (vedi oltre) il Sindaco Retini si è detto disponibile ad allargare la composizione dell'Osservatorio anche a membri dell'Amministrazione di Bagnacavallo.

 

 

IL DIBATTITO

Numerosi gli interventi da tutti i banchi del Consiglio. La consigliera Valentina Casali di Insieme per Russi (esponente di Sinistra e Libertà) ha fatto una dichiarazione di voto contraria, criticando il progetto per via della contrarietà di alcune associazioni agricole a livello locale, perché attualmente Russi non ha ancora approvato il suo Psc e questo potrebbe essere d'ostacolo all'avvio dell'area Sant'Eufemia. Contraria anche alla localizzazione del Polo Energetico nel sito dell'ex Zuccherificio, perché troppo vicino a Palazzo San Giacomo. A questo intervento ha risposto la capogruppo di Insieme per Russi Giovanna Facchini: "La convenzione risponde perfettamente al programma elettorale di Insieme per Russi sulla base del quale anche la consigliera Casali è stata votata". Sulla stessa linea il Sindaco Retini: "Rinnovando la mia stima per il consigliere Casali prendo atto della sua contrarietà, anche se credo che queste sue critiche sarebbero dovute emergere prima".

 

Meinardi di Noi per Russi ha sottolineato le forti divisioni che in città si riscontrano sul tema della centrale; Conti di Libera Russi è tornato sulla questione del Psc e ha criticato il fatto che il concetto di "biomassa" sia vincolato a una definizione legislativa; Salvatori di Insieme per Russi ha definito il progetto "Un nuovo punto di partenza per Russi, che inquinerà meno dello zuccherificio"; Giovanna Facchini di Insieme per Russi ha ricordato il ruolo fondamentale dello Zuccherificio per i bilanci di tante famiglie di Russi, sottolineando la gravità della sua chiusura, oltre a ricordare l'importanza dell'aver salvaguardato e aumentato i posti di lavoro nell'impianto di Confezionamento dell'Eridania; Venturi di LiberaRussi ha criticato il progetto per Sant'Eufemia sostenendo che sugli espropri ci saranno grosse difficoltà; Morelli di Insieme per Russi è tornato sul Confezionamento e ha ribadito la sua fiducia nella Giunta; Cellini di Noi per Russi ha criticato le cifre economiche stipulate come misure compensative e la viabilità d'accesso al Polo Energetico; Bentini di Noi per Russi ha criticato il ruolo "probabilmente non decisivo" che avrà l'Osservatorio; Spada di Insieme per Russi ha sottolineato come la convenzione abbia recepito numerose costruttive osservazioni, rendendo il Polo Energetico determinante per il futuro sviluppo di Russi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -