RUSSI - Il sindaco a Roma per trattare l�insediamento della centrale a bio-masse

RUSSI - Il sindaco a Roma per trattare l’insediamento della centrale a bio-masse

RUSSI - Il Consiglio comunale di martedì 6 novembre ha definito il mandato, inerente la centrale a bio-masse prevista come riconversione dello zuccherificio Eridania, che il sindaco Pietro Vanicelli, assieme al vice sindaco Enzo Bosi, porterà sul tavolo ministeriale domani, giovedì 8 novembre. Tavolo attorno al quale siederanno anche i rappresentanti di Sadam e aziende coinvolte nel progetto industriale di produzione di energia elettrica, oltre ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali di lavoratori e agricoltori.


Sono soddisfatto – dichiara Vanicelli – di come si sono svolti i lavori in Consiglio. Il dibattito è stato intenso e approfondito. Vado a Roma con punti precisi, ma anche molto ragionevoli, definiti con la partecipazione di tutto il Consiglio, esponenti di maggioranza e di opposizione. Punti sui quali è ora possibile costruire un progetto cantierabile che risponde bene alle varie sollecitazioni cui siamo stati chiamati all’indomani della chiusura dello zuccherificio. Ribadisco il peso delle problematiche occupazionali e parimenti di quelle sulla sicurezza, senza nasconderci le preoccupazioni circa lo sviluppo del territorio. Che l’argomento fosse importante e sentito lo dice la partecipazione che abbiamo riscontrato in più occasioni, martedì sera compreso. Qui voglio spendere un doveroso elogio per l’operato di Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia Municipale che hanno saputo, in maniera ferma ma discreta, controllare la situazione”.


Il Consiglio ha accettato la richiesta aziendale di realizzare l’impianto al posto dello zuccherificio in vicolo Carrarone, località San Giacomo. Il dibattito ha poi confermato quanto già richiesto dal sindaco, che cioè le materie combustibili debbono essere bio-masse coltivate sul territorio circostante la città, per un raggio di 70 chilometri e l’azienda deve produrre prova di contratti per 9mila ettari finalizzati a questo. “Il dibattito in Consiglio – continua il sindaco – ha evidenziato, e ne abbiamo preso atto, che se dovesse presentarsi un caso di scarsità del materiale combustibile (canne e pioppi) si deve tornare in Consiglio comunale per le relative valutazioni”. Il sindaco chiederà anche un intervento di 3milioni di euro sulle infrastrutture viarie del territorio; un intervento a sostegno della spesa di manutenzione del demanio comunale; importanti interventi sono richiesti anche per riqualificare palazzo S.Giacomo e valorizzare la Villa Romana.


Sul progetto presentato da Vanicelli il Consiglio ha votato esprimendo 14 voti a favore, 3 contrari, 2 astenuti. Due gli assenti. Sulla proposta di un “Osservatorio permanente sulla riconversione dello zuccherificio”, avanzata da Rifondazione comunista, il Consiglio si è espresso con 16 voti a favore e 3 astenuti.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -