Russi, via libera alla centrale a biomasse: plaude il Pd

Russi, via libera alla centrale a biomasse: plaude il Pd

RUSSI - La conferenza dei servizi ha espresso parere favorevole alla valutazione di impatto ambientale per la centrale di Russi. Ricordano gli esponenti del PD alberto pagani (segretario provinciale pd) e mauro dadina (responsabile ambiente esecutivo provinciale): "Il percorso è cominciato anni addietro e si è sviluppato, ruvido in molti frangenti, garantendo il pieno rispetto di tutte le posizioni. L'accordo raggiunto permette di offrire contemporaneamente risposte al mondo agricolo e agli operai. Di più, lo stesso impianto garantisce emissioni molto inferiori all'impianto preesistente e, al contempo, garantisce di poter raggiungere i goal della regione per quel che riguarda la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili".

 

E ancora: "Il PD ha sempre espresso piena fiducia nelle istituzioni che dovevano valutare gli impianti, conscio che delegittimare le istituzioni terze può aprire le porte a sviluppi pericolosi. Oggi gli EcoDem hanno tre proposte che riteniamo fondamentali per garantire il controllo partecipato dell'impianto. Esse sono in perfetta sintonia con quanto auspicato dal PD di Russi e Bagnacavallo e possono essere riepilogate così: avviare da parte di Regione, Provincia e Comune un confronto serrato con la proprietà da un lato e un rapporto con il Gruppo Hera (in quanto multiutility del territorio) dall'altro, per realizzare una rete di teleriscaldamento che utilizzi il vapore disponibile con la nuova centrale in sostituzione di fonti fossili tradizionali e di impianti di combustione diffusi e inquinanti. Una scelta di questo tipo trasformerebbe la nuova centrale in un moderno impianto di cogenerazione con risultati ambientali ed energetici importanti già ampiamente sperimentati nelle aree più avanzate d'Europa".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Rafforzare i rapporti con il mondo agricolo affinchè venga attuato puntualmente l'accordo per la realizzazione di una filiera corta (rispetto del vincolo dei 70 km) per la fornitura delle biomasse che consenta di produrre valore aggiunto per Russi e che eviti importazioni di biomasse dall'estero con i conseguenti costi ambientali e di trasporto. Assicurare un monitoraggio costante trasparente sulle emissioni e su tutti i parametri ambientali attorno alla nuova centrale in modo da dare garanzie concrete alla popolazione non solo di Russi ma di tutti i comuni potenzialmente interessati. Noi riteniamo che tali condizioni possano e debbano realizzarsi così da rendere il confronto più sereno. Questo permetterebbe di raggiungere gli obbiettivi europei del 20/20/20 attraverso una strategia integrata di risparmio energetico, miglioramento dell'efficienza e crescita delle energie rinnovabili per uno sviluppo socialmente e ambientalmente sostenibile."

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -