Sabato la 'colletta alimentare' contro la povertà

Sabato la 'colletta alimentare' contro la povertà

Sabato la 'colletta alimentare' contro la povertà

Fare la spesa e, al tempo stesso, compiere un gesto di solidarietà. Sabato 29 novembre la Fondazione Banco Alimentare Onlus organizza a livello nazionale la 12esima Giornata della Colletta Alimentare. In Emilia-Romagna circa 11.000 volontari consegneranno all'ingresso dei supermercati un sacchetto per la spesa della solidarietà, da riempire con prodotti non deperibili: olio, omogeneizzati, prodotti per l'infanzia, tonno e carne in scatola, pelati e legumi.

 

I supermercati che aderiscono all'iniziativa fanno parte delle maggiori catene della grande distribuzione. "La Regione rinnova il suo apprezzamento per l'iniziativa - ha detto Anna Maria Dapporto, assessore regionale alle Politiche sociali, durante la conferenza stampa di presentazione - . Un'iniziativa di solidarietà a contrasto della povertà". Dal Rapporto Istat 2008 sulla povertà in Italia emerge come anche in Emilia-Romagna sia aumentata l'incidenza (dal 3,9% del 2006 al 6,2% del 2007) delle famiglie povere sul totale di quelle residenti. "Si tratta di una povertà relativa - ha spiegato l'assessore - , calcolata cioè non sui redditi percepiti ma sui consumi, sulla capacità di spesa delle famiglie".

 

In questi anni la Regione ha attuato un programma specifico di contrasto alla povertà, con una particolare attenzione alle "nuove" povertà (famiglie monoreddito, pensionati, donne sole con figli, 50enni che rimangono senza lavoro); "ora, con il nuovo Piano sociale e sanitario 2008-2010 - ha concluso l'assessore - , viene confermato l'impegno a sviluppare politiche sociali per contrastare povertà e disagio".

 

Il responsabile della logistica e della distribuzione della Fondazione Banco Alimentare Onlus, Gianluca Benini, ha sottolineato come la Giornata della Colletta permetta di raccogliere generi di prima necessità non deperibili (olio, omogeneizzati, prodotti per l'infanzia, carne e legumi in scatola) che difficilmente vengono donati dalle industrie produttrici nel corso dell'anno. "Nonostante la crisi, la solidarietà delle persone non si ferma - ha sottolineato Benini - : di fronte a un'iniziativa chiara e semplice come la Colletta, la gente dona comunque".

 

I dati del 2007


Nella Giornata della Colletta 2007 sono state raccolte in tutta la regione 942 tonnellate di alimenti, che rappresentano il 16% dei prodotti immagazzinati e ridistribuiti dal solo Banco Alimentare dell'Emilia-Romagna. Sempre nel 2007 i generi alimentari raccolti sono stati subito distribuiti a 732 strutture caritative della regione convenzionate con il Banco. In Emilia-Romagna la Colletta 2008 si svolgerà in 700 punti vendita; l'elenco sarà costantemente aggiornato sul sito della Fondazione Banco Alimentare Onlus (www.bancoalimentare.it). Nei punti vendita si alterneranno volontari provenienti da esperienze diverse: Associazione Nazionale Alpini, Società San Vincenzo De Paoli e tanti altri, studenti e adulti. I generi alimentari raccolti, inscatolati per tipologia, immagazzinati in ogni provincia, saranno distribuiti alle strutture che si occupano di persone in difficoltà.

 

Quest'anno, a conclusione della Colletta, verranno promosse due iniziative di raccolta fondi a sostegno della distribuzione dei prodotti raccolti. La prima è quella dell'sms solidale al numero 48589 (sia dal telefono fisso che dal cellulare), con cui è possibile destinare 1 euro alla Fondazione Banco Alimentare. La seconda, in collaborazione con Camst, è "Dona un pasto a chi non lo ha": dal 1° al 21 dicembre, nei self service Camst aderenti all'iniziativa, verrà proposto di effettuare alla cassa una donazione di 1 euro a favore della Fondazione Banco Alimentare. Camst ringrazierà il cliente regalandogli un buono del valore di 1 euro spendibile negli stessi locali dal 7 al 16 gennaio 2009.

 

 

Il Banco Alimentare in Emilia-Romagna

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 1992 si costituisce la Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus, affiliato alla Fondazione Banco Alimentare Onlus. L'attività dell'Associazione è sostenuta da circa 95 volontari che liberamente offrono il loro tempo nei diversi compiti che la gestione richiede, dalla movimentazione dei prodotti alla gestione amministrativa, al rapporto con le strutture benefiche convenzionate, al contatto con i responsabili delle aziende agro-industriali e di distribuzione e con l'Unione Europea. La Fondazione Banco Alimentare Emilia-omagna nel 2007 ha assistito 732 strutture convenzionate aiutando 95.024 persone in difficoltà e ha distribuito 6.508 tonnellate di prodotti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -