Saharawi, Donini soddisfatta per il ritorno in patria di Aminatou Haidar

Saharawi, Donini soddisfatta per il ritorno in patria di Aminatou Haidar

BOLOGNA - Soddisfazione e felicità sono state espresse da Monica Donini, presidente dell'Assemblea Legislativa dell'Emilia-Romagna, per il ritorno in patria di Aminatou Haidar, paladina dell'indipendenza del popolo Saharawi in sciopero della fame da oltre un mese per ottenere il visto di rientro nel suo paese.


''E' una bellissima notizia - ha detto la presidente Donini, che la scorsa settimana insieme al consigliere regionale Ugo Mazza aveva tenuto una conferenza stampa per sollecitare lo sblocco della situazione -. Ora auspico che Aminatou, le cui condizioni di salute sono preoccupanti, possa riprendersi rapidamente e vivere finalmente in sicurezza nel suo paese come sottolineato nella risoluzione approvata all'unanimità dall'Assemblea Legislativa e nelle indicazioni delle Nazioni Unite''.

Il Sahara Occidentale, ex colonia spagnola, è stato annesso dal 1975 dal Marocco. Nel 1991 l'Onu ha ordinato il cessate il fuoco e il Fronte Polisario, che si batte per l'indipendenza, ha deposto le armi. Ma la proposta delle Nazioni Unite, che nel 2005 prevedeva l'autodeterminazione per la regione nel giro di un anno  e un referendum entro cinque anni per decidere o meno l'annessione al Marocco, è stata respinta dal Rabat, che ha risposto popolando la zona con numerosi coloni. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -