SALUDECIO - Grande successo per la kermesse dedicata al naturale

SALUDECIO - Grande successo per la kermesse dedicata al naturale

SALUDECIO - Anche ieri, domenica 27 aprile, una folla numerosa, di migliaia di persone, ha invaso il bel borgo di Saludecio in occasione di Saluserbe, la “classica” manifestazione di primavera delle colline riminesi. Si è chiuso dunque con grande successo di pubblico l’evento che, giunto alla XXI edizione, si dimostra ancora una volta in grado di attirare la curiosità di tantissimi visitatori giunti da tutto il centro Italia (oltre alla Romagna anche Marche, Emilia e Umbria).


Sono state particolarmente gradite tutte le iniziative: gli incontri del pomeriggio, le tantissime mostre dislocate in tutto il centro storico, il mercatino di primavera, gli spettacoli e i gustosi “Cibi e delizie verdi”.


“E’ stato davvero un grande successo – commenta il Sindaco Giuseppe Sanchini –. Posso affermare che in questi tre giorni sono passate di qua circa dieci mila persone, che hanno affollato il paese già a partire dal mattino. Un risultato confermato anche dal numero di espositori del mercatino (circa 80), dal numero di mostre attive e delle tantissime iniziative poste in essere. Per l’occasione è stata aperta al pubblico anche l’antica chiesa (oggi sconsacrata) dei Gerolomini, infatti, i visitatori hanno potuto godere anche delle “risorse” che il borgo offre tutto l’anno, come la mostra “Garibaldi, un mito da riscoprire”, il Museo del Beato Amato e i 46 murales dipinti sui muri delle case. In poche parole il paese era bellissimo e il pubblico ha molto apprezzato”.


“Saluserbe è ormai un classico – aggiunge Paolo Casadei, assessore al turismo – ma pur essendo giunta alla XXI edizione, la manifestazione è sempre capace di rinnovarsi e di attirare il pubblico. Questo perché le persone sono sempre più consapevoli della necessità di avvicinarsi a certi argomenti e di riscoprire i valori della natura e dell’ambiente. A questo si aggiunge la sensibilità delle amministrazioni pubbliche che si adoperano per la salvaguardia di aree come quella di Montepetrino che è stata protagonista di questa edizione. Concludo ringraziando la Provincia di Rimini che ci ha aiutato a realizzare l’evento e tutte le persone che hanno contributo all’organizzazione di una ‘macchina’ così complessa”.


La forma che la manifestazione ha assunto negli ultimi anni si è dunque dimostrata vincente, come afferma Giuliano Chelotti, ideatore e coordinatore della kermesse: “Abbiamo cercato di offrire un prodotto di qualità mediando gli aspetti culturali e scientifici con quelli commerciali e gastronomici, inserendo il tutto nella dimensione della ‘festa’, garantita dagli spettacoli e dagli artisti intervenuti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presto il Comune di Saludecio ospiterà altre iniziative, il mese di maggio infatti sarà ricco di sorprese… A partire dal ritorno dello storico Carnevale di Cerreto, passando per la Festa del Beato Amato, l’inaugurazione di Via Roma, recentemente ristrutturata, e terminando con la Sagra della Porchetta.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -