Saludecio: inaugurata la nuova biblioteca comunale

Saludecio: inaugurata la nuova biblioteca comunale

Saludecio: inaugurata la nuova biblioteca comunale

SALUDECIO - Tanti i saludecesi, tra cui una buona rappresentanza di maestre, accorse a festeggiare l'inaugurazione della Biblioteca comunale "Publio Francesco Modesti" di Saludecio svoltasi ieri, sabato 20 dicembre. La Biblioteca comprende Centro lettura, Archivio storico e Sala Polivalente, ed è situata all'interno del Palazzo municipale nei locali ristrutturati delle ex Scuole, che si affacciano su Piazza Beato Amato Ronconi.

 

Prima del taglio del nastro per mano del primo cittadino Giuseppe Sanchini, gli amministratori insieme agli esperti bibliotecari e archeologi hanno spiegato al pubblico, riunito nella Sala del Consiglio, i passi e gli sforzi fatti per arrivare a questa importante giornata. Ecco di seguito una sintesi degli interventi.

 

Giuseppe Sanchini, Sindaco Comune di Saludecio: "Per noi è un momento importante. La biblioteca infatti è un punto dove fare cultura ma anche di aggregazione. Attualmente abbiamo a disposizione 7000 libri ma nel prossimo bilancio stanzieremo dei fondi per aumentarli.

Questa inaugurazione è una delle tante che faremo nei prossimi mesi: dopo la riapertura del Museo d'arte sacra, infatti, apriremo la Chiesa dei Girolomini e, a fine febbraio, inaugureremo il Teatro".

 

Ass. alla cultura Comune di Saludecio, Paolo Casadei: "Oggi è un giorno importantissimo e vorrei sottolineare gli sforzi fatti dall'amministrazione comunale per raggiungere questo obiettivo: i soldi spesi nella cultura sono sempre ben spesi, perché significa investire sui giovani e sulla comunità".

 

Francesca Casadei, consigliere delegato: "Oggi si porta a compimento un progetto nato nel 2006 con i finanziamenti regionali e finalizzato al recupero del fondo librario per renderlo fruibile ai cittadini e in particolare alle scuole. Si tratta infatti di una biblioteca moderna con connessione internet e personale specializzato. L'abbiamo spostata in una nuova sala, un luogo più luminoso e piacevole affinché invogli ad essere vissuto. Chiediamo aiuto ai cittadini affinché facciano donazione di libri creando dei piccoli fondi così come ha fatto una contessa marchigiana che ha regalato un volume del ‘700, importanti per ricostruire la storia del nostro paese".

 

Paolo Zaghini, direttore Biblioteca" Battarra" di Coriano: "L'operazione con Saludecio è la quinta in ordine di tempo compiuta in Valconca e darà la possibilità ai lettori, nonostante l'esiguo numero di volumi presenti, di avere le novità librarie in un solo giorno, grazie al prestito interbibliotecario".

 

Ass. alla cultura del Comune di Coriano, Massimiliano Orrù: "Per Coriano è motivo di soddisfazione soprattutto in un momento così difficile per la cultura. Complimenti agli amministratori di Saludecio".

 

Prendendo atto delle più recenti linee programmatiche regionali di settore, ai sensi della L R. 18/2000, è stato elaborato e approvato nel corso del 2005 un progetto triennale di sistemazione definitiva della Biblioteca comunale "P. F. Modesti" finalizzato alla sua riapertura in nuova ed idonea sede.

 

Quello di Saludecio è il quinto Centro Lettura (dopo Ospedaletto, Montecolombo, Montescudo e Montefiore) e metterà a disposizione degli utenti 2 PC per l'internet point e, una volta ultimata la catalogazione (prevista entro il mese di marzo 2009 ) circa 7.000 i volumi.

Per quanto riguarda il Centro di lettura, questo sarà gestito, sulla base della Convenzione firmata fra le Amministrazioni Comunali, in collaborazione con la Biblioteca "Battarra" di Coriano. Gli orari di apertura al pubblico saranno i seguenti: martedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 17.30 e il sabato dalle ore 9.00 alle 12.00.

 

L'Archivio storico sarà invece organizzato e gestito in collaborazione con la Società "AdArte" di Rimini con la quale è stata stipulata apposita Convenzione. Quest'ultimo servizio fa parte del progetto storico-culturale "Saludecio, terra di saperi" che, in linea con gli obiettivi e le finalità del Piano Bibliotecario Provinciale, prevede il restauro, il recupero e l'innovazione dell'Archivio storico comunale da inserire nella stessa struttura per rendere fruibile la sua consultazione, illustrato dall'archeologo Marcello Cartoceti.

 

Già nel 2007 infatti l'Amministrazione saludecese aveva avviato il progetto grazie all'acquisizione e al recupero di un nucleo di volumi e documenti particolarmente importante per la storia e l'identità culturale del paese. Fra i materiali recuperati si segnalano opere di personaggi originari di Saludecio, quali Giuseppe Albini, Francesco Modesti e Sebastiano Serico. Questi si sono distinti generalmente nel campo delle lettere a livello nazionale fin dal Cinquecento, dimostrando una grande vivacità culturale.

 

Contestualmente all'acquisizione di questo materiale, è stato recuperato anche un nucleo consistente di documenti relativi a Saludecio. Si tratta di materiale prevalentemente di carattere notarile, che copre un arco di tempo che va dal 1472 fino agli inizi del XVIII secolo (la maggior parte della documentazione si colloca cronologicamente in tutto il XVI secolo).

Il gruppo di carte rappresenta una delle rarissime testimonianze superstiti dell'attività pubblica di Saludecio in questi secoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -