Salute degli italiani minata da pigrizia e alcool

Salute degli italiani minata da pigrizia e alcool

Non è rassicurante il quadro che emerge dal Rapporto Osservasalute 2010, pubblicato dall'Osservatorio Nazionale sulla Salute. La salute degli italiani soccombe alle abitudini di vita sbagliate, legate in particolare all'alimentazione, al consumo eccessivo di alcool, specialmente tra i giovani e alla sedentarietà. Per le donne è lo stesso, infatti la crescita dell'aspettativa di vita è quasi inesistente: solo tre mesi negli ultimi 5 anni. Per gli uomini 7 mesi nello stesso periodo di tempo.

 

Gli stili di vita delle donne sempre più spesso si adattano a quelli maschili, con consumi di alcool che superano i 20 grammi al giorno, che sono aumentate dall'1,6%, nel 2006, al 4,9%, nel 2008.

 

"Ma i problemi di salute degli italiani dipendono anche - spiega Walter Ricciardi, direttore dell'Istituto di Igiene della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica di Roma e coordinatore del Rapporto - dal deteriorarsi, soprattutto nelle Regioni in difficoltà sul piano economico (soprattutto al Sud), di interventi adeguati per mancanza di investimenti nella prevenzione. A ciò si aggiunge il problema della chiusura degli ospedali che, sebbene concepita per razionalizzare il sistema, determina però poi la riduzione dei posti letto e della ricettività per le emergenze. In dieci anni di federalismo sanitario, con la sanità ormai trasferita interamente alle regioni, il problema è che quelle deboli corrono il rischio di essere travolte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -