SALUTE - Pillola del giorno dopo, Varani (Fi): ''Ai farmacisti diritto ad obiezione di coscienza''

SALUTE - Pillola del giorno dopo, Varani (Fi): ''Ai farmacisti diritto ad obiezione di coscienza''

BOLOGNA - Gianni Varani (fi) ha presentato un'interrogazione nella quale vuole sapere dalla Giunta se condivida il giudizio che anche i farmacisti devono poter avere formalmente, sostanzialmente e operativamente il diritto, basilare in democrazia, all'obiezione di coscienza su rilevanti questioni etiche come la cosiddetta pillola del giorno dopo e come intenda adoperarsi perché questo diritto sia assicurato effettivamente anche a normativa vigente in Emilia-Romagna. Secondo il consigliere, infatti, è ingiusto che si neghi al lato pratico ai farmacisti un diritto ammesso invece per una categoria assolutamente 'parente' come quella dei medici. Del resto, aggiunge Varani, l'assessore regionale competente, in risposta ad una precedente interrogazione, ammise che per analogia con i medici si doveva poter ammettere anche per i farmacisti l'obiezione in questa materia, essendo la pillola ritenuta da molti abortiva e non meramente contraccettiva, e precisò anche che il servizio andava comunque assicurato dalla struttura pubblica (da intendersi, secondo il consigliere, asl e sistema sanitario). Successivamente, però, rileva l'esponente azzurro, lo stesso assessorato, ripreso da ordini provinciali dei farmacisti, ha 'fatto marcia indietro', rimarcando che l'obiezione è ammissibile in linea teorica, ma sostanzialmente solo da affermazioni deontologiche, non normative, e ricordando anche che un Regio Decreto del '38, in vigore, obbliga i farmacisti (o meglio le farmacie, in quanto servizio pubblico) ad assicurare il servizio. Alcuni ordini dei Farmacisti, aggiunge poi Varani, hanno ampliato la portata e il significato di queste circolari, sottolineando i rischi sanzionatori e penali per i farmacisti obiettori. Il consigliere, quindi, sollecita la Giunta regionale, qualora ritenga che siano comunque necessarie norme nazionali di 'protezione' di questo diritto per la categoria dei farmacisti, ad indicarle e ad adoperarsi per appoggiare questa eventuale soluzione normativa nelle sedi opportune.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -