Salute: Villani (PdL), "garantire la rappresentanza di familiari e utenti"

Salute: Villani (PdL), "garantire la rappresentanza di familiari e utenti"

BOLOGNA - La Consulta regionale per la Salute mentale istituita nel 2004 come organismo di partecipazione di utenti, familiari e operatori alle politiche per la cura e l'assistenza di pazienti psichiatrici è al centro di un'interrogazione di Luigi Giuseppe Villani (fi-pdl).

 

Il consigliere riferisce che l'orientamento dei responsabili del servizio Salute mentale della Regione, emerso nell'ultima riunione della commissione interna incaricata del processo di modifica della Consulta nata inizialmente "con un carattere sperimentale della durata di 18 mesi", ma tuttora attiva, "prevede una sensibile riduzione da 16 a 9 dei membri della consulta che rappresentano i familiari ed utenti, in quanto espressione delle associazioni di volontariato e dei comitati consultivi misti, e l'eliminazione della figura dell'unico rappresentante degli utenti psichiatrici".

 

Con un simile ridimensionamento, la componente che prima risultava in maggioranza, "proprio per adempiere meglio alle finalità principali dell'organismo", diverrebbe minoranza e Villani vuole dunque sapere dall'esecutivo regionale in che modo si è giunti a tale orientamento e se gli interessati concordano con la necessità di diminuire la loro rappresentatività all'interno della Consulta.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda quindi il definitivo assetto della Consulta, il consigliere chiede se è nelle intenzioni dell'assessorato regionale alla Politiche per la salute "continuare ad assicurare la massima rappresentatività delle organizzazioni di cittadini e del volontariato impegnato nella tutela della salute mentale, nelle attività relative alla programmazione, al controllo e alla valutazione dei servizi sanitari a livello regionale, aziendale e distrettuale, che - rileva Villani - è poi la principale finalità per cui lo stesso organismo e stato istituito".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -