SAN CLEMENTE - Costruzioni in zone agricole: linea dura dell�Amministrazione

SAN CLEMENTE - Costruzioni in zone agricole: linea dura dell’Amministrazione

SAN CLEMENTE - Cambiano le regole per le zone agricole: l’Amministrazione di San Clemente sceglie la linea dura. Da oggi, infatti, sarà più difficile costruire case in zona agricola.


L’Amministrazione comunale ha adottato una specifica variante normativa al piano regolatore tendente a limitare la possibilità di utilizzare, a fine puramente speculativo, le normative che regolano le costruzioni in zona agricola.


Per i detentori del titolo di imprenditore agricolo a titolo principale occorreranno 8 ettari di terreni in proprietà e contigui oltre alla dimostrazione di avere realmente necessità dell’abitazione per la conduzione del fondo.


È stato inoltre ridotto il numero massimo di metri di superficie utile realizzabile, da 250 a 200 mq, ritenuti dal Consiglio comunale sufficienti per un’abitazione.


Il messaggio politico è chiarissimo: - “Vogliamo limitare al massimo l’uso del territorio per fini speculativi in particolare in zone che meritano la massima tutela come le nostre colline e le nostre campagne – dichiara il Sindaco Christian D’Andrea”.


Nella stessa variante sono state anche adottate norme relative alla possibilità di demolizione e ricostruzione degli edifici collocati nella varie fasce di rispetto ed anche sull’utilizzo e dislocazione dei parcheggi pubblici.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -