San Leo, sculture di Giò Urbinati dedicate a Cagliostro

San Leo, sculture di Giò Urbinati dedicate a Cagliostro

SAN LEO - Lo scultore incontra l'alchimista:  dal 16 luglio al 16 settembre 2010 la Città di San Leo presenta  "Alchimia della Ragione", mostra di ceramica artistica che lo scultore e ceramista riminese Giò Urbinati dedica a Giuseppe Balsamo, Conte di Cagliostro, illustre prigioniero a San Leo fino alla morte, avvenuta nel 1795.

 

L'incontro fra il maestro ceramista e l'alchimista del secolo dei Lumi racchiude qualcosa di annunciato: la ceramica è il prodotto di terra e acqua, che raggiungono coesione e cristallina lucentezza grazie all'azione purificatrice e consolidatrice del fuoco. Allo stesso modo lavora il fuoco alchemico, che unisce singoli elementi nobilitandoli fino all'estrema trasformazione, da gretta materia all'oro, da tracce sparse al pensiero. Non è casuale neppure la collocazione della mostra all'interno della Fortezza progettata da Francesco di Giorgio Martini: il forte che protegge il fragile, come la corazza che difende il cuore, o la testa che custodisce l'idea. "Alchimia della Ragione" sarà visitabile fino al 16 settembre al piano terra della residenza ducale, accompagnata da un ricco catalogo di belle illustrazioni e prefazione di Rita Giannini.

 

Giò Urbinati inizia a frequentare l'atelier di ceramica di Carla Binoli a Rimini Marina nel 1965. Successivamente Benito Balducci e Rosetta Tamburini ne intuiscono il talento e il potenziale plastico, istradandolo nella direzione della modellazione. dell'argilla.  Così, fra smalti e forni il ragazzo di bottega apprende l'alchimia e inizia la sua storia di sperimentazione della materia e lavoro su ogni materiale possibile: dalla terra del giardino, al duro grès, alla porcellana più fine. Oggi Giò Urbinati è un apprezzato artista che vanta mostre personali presso i Musei di Faenza, Gualdo Tadino, Arezzo, il Museo Internazionale dell'Arte Ceramica dell'Abruzzo, fino ai Musei Vaticani.

 

"Alchimia della Ragione" sarà inaugurata venerdì 16 luglio alle 18.00, alla presenza dell'artista e delle autorità. In tale occasione la mostra sarà visitabile gratuitamente e un aperitivo in fortezza verrà offerto ai partecipanti e agli ospiti. La mostra è solo la prima delle tre importanti esposizioni che San Leo sta organizzando in visione dell'imminente appuntamento con AlchimiAlchimie, l'evento clou dell'estate leontina in programma dal 21 al 26 agosto prossimi. Nel suo primo anno di appartenenza alla Regione Emilia-Romagna San Leo sta dimostrando di avere portato un marchio "forte" ad ulteriore arricchimento del panorama culturale del territorio e in particolare della Provincia di Rimini: non si sono spenti ancora gli echi del concerto di Ennio Morricone che solo qualche giorno fa ha ricevuto la cittadinanza onoraria di San Leo, sua volta onorata di cotanto illustre nome, che già l'amministrazione comunale punta a nuovi eventi e nomi di prestigio che portino lustro e visibilità in quella che è già considerata una delle più belle e preziose vallate d'Italia.

 

Per visitare la mostra non verrà richiesto un biglietto aggiuntivo in quanto la stessa è compresa nel biglietto di ingresso al forte. Il catalogo "Alchimia della Ragione" è in vendita nella fortezza al costo di €10. Info: Ufficio Turistico - IAT di San Leo Tel. 0541-926967, Numero Verde 800 553800, www.san-leo.it.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -