San Marino a rischio di "tracollo economico". Allarme del sindacato Csdl

San Marino a rischio di "tracollo economico". Allarme del sindacato Csdl

San Marino a rischio di "tracollo economico". Allarme del sindacato Csdl

SAN MARINO - Allarme conti pubblici. Sono stati preventivati 43milioni di perdita per il 2010, ma, secondo la Confederazione sammarinese del lavoro, già per il 2012, lo Stato del Titano rischia il tracollo economico. Il Cdsl, infatti, stima che la perdita preventivata possa raddoppiare, questo va accostato ad un calo delle entrate calcolato intorno al 30%. Assommando i disavanzi di 2009 e 2010, a quello preventivato per il 2011 il sindacato parla di una perdita che rasenta i 300milioni.

 

Il Csdl chiede alle autorità politiche attive per contrastare la catastrofe. I 300 milioni corrispondono infatti a metà del bilancio annuale dello Stato di San Marino e ad un quarto del Pil 2008, ultimo calcolato, che ammontava a 1.200 milioni. Quelli degli ultimi due anni saranno certamente più bassi. Il Cdsl sprona sulla riforma tributaria, sul completamento di quella catastale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -