San Marino all'Expo: collaborazioni in vista con Shanghai

San Marino all'Expo: collaborazioni in vista con Shanghai

SAN MARINO - In occasione dei festeggiamenti per l'Expo di Shanghai, alla vigilia della giornata ufficiale di San Marino presso l'Expo, incontro tra delegazioni. Importante apertura di collaborazione dimostrata dalla Camera di Commercio di Shanghai che, dopo avere ascoltato dalla Camera di Commercio di San Marino alcuni aspetti salienti dell'economia sammarinese, ha subito valutato positivamente l'opportunità di studiare forme di collaborazione con San Marino.

 

La delegazione sammarinese guidata da Gian Franco Terenzi (Presidente dell'Associazione di amicizia San Marino Cina), ha incontrato China Council for the Promotion of International trade Shanghai (Segretario generale), Chamber of international Commerce Shanghai (Segretario generale), Camera di Commercio di Shanghai (Vice Presidente), Shanghai Federation of Industry & Commerce (Vice Presidente).

 

Presenti tra gli altri nella delegazione: Il Presidente dell'ANIS Paolo Rondelli, Il Direttore della Camera di Commercio, Massimo Ghiotti, Bugli Paride, Andreani Silvano e Alberto Chezzi. Nell'occasione è stato firmato un accordo di collaborazione tra l'ANIS e Il China Council for the Promotion of internationa trade Shanghai.

 

Il capo delegazione Gian Franco Terenzi ha più volte ricordato la profonda amicizia che lega San Marino e Cina ed ha invitato ufficialmente per una visita a San Marino gli enti incontrati. La giornata è proseguita con l'importante incontro tra l'associazione di amicizia fra i popoli cinese e l'associazione di amicizia San Marino Cina, incontro al quale ha preso parte anche il Segretario di Stato Fabio Berardi, il quale insieme a Gian Franco Terenzi, ha illustrato ai vertici dell'associazione, le opportunità legate al settore turistico.

 

Gli incontri di oggi si uniscono a quelli già iniziati lunedì scorso presso Huangshan, città ad un ora di volo da Shanghai e gemellata con il Castello di Serravalle (San Marino). In tale città oltre ad avere effettuato alcune visite presso importanti industrie di produzione, si è svolto un'incontro con il responsabile dello sviluppo della Zona Economica. Vi sono ottime opportunità sia per chi vuole acquistare dalla Cina, dato che nella zona ci sono imprese di altissimo livello di qualità in diversi settori (dalla produzione di led a risparmio energetico alla produzione di abbigliamento), sia per chi vuole investire in loco (3 anni di esenzione fiscale, terreni , elettricità, gas e acqua a prezzi competitivi); gli investimenti devono essere però in attività a basso o nullo impatto ambientale e devono riguardare progetti innovativi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -