San Marino: con lo scudo fiscale 1,2 miliardi in fuga dal Titano

San Marino: con lo scudo fiscale 1,2 miliardi in fuga dal Titano

San Marino: con lo scudo fiscale 1,2 miliardi in fuga dal Titano

SAN MARINO - "Ad oggi i capitali rientrati in Italia dalle banche sammarinesi ammontano ad un miliardo e 250 milioni". E' l'ultimo aggiornamento sulla fuga di capitali dagli istituti del Titano riferito dal palacongressi Kursaal dal segretario di Stato per le Finanze della Repubblica di San Marino, Gabriele Gatti, nell'incontro con la stampa che ha aperto il San Marino Forum 2009, una due giorni dedicata al futuro dell'economia sammarinese.

 

Il segretario di Stato ha quindi annunciato ai cronisti un provvedimento che il congresso di Stato licenziera' lunedi' prossimo. "Stiamo preparando un provvedimento importante per il sistema- spiega- volto ad autorizzare Banca centrale ad intervenire, in presenza di adeguate garanzie, in favore quegli istituti che momentaneamente avessero problemi di liquidita'". Un fondo a cui le banche potranno attingere in caso di necessita', quindi.

 

"Crediamo- precisa- sia un'ulteriore garanzia per l'intero sistema". Di fatto, malgrado lo scudo sia cominciato dal 15 settembre, "ad oggi non ci sono richieste di liquidita' da parte dei nostri istituti", assicura il ministro. Il fondo e' "un intervento contingente- puntualizza- per far fronte alla mancanza di liquidita' momentanea", inoltre "non e' detto che abbia un tetto prestabilito", aggiunge. Il segretario di Stato Gatti guarda quindi al futuro del sistema bancario nazionale: "I nostri istituti, finito lo scudo, devono avere danni minimi causati da un'iniziativa che qualche danno ovviamente la provoca".

 

 Sentito sulle conseguenze del prolungamento dello scudo, Gatti risponde: "Dai nostri dati, si evince che a fine anno chi ha scudato ha scudato, e nonostante sia stato un anno difficile, il nostro scudo non andra' oltre certi parametri". L'incidenza complessiva? "Al di sotto del 50% sicuramente".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -