San Marino, inchiesta maxi-evasione. Sotto le lente 1.170 conti correnti

San Marino, inchiesta maxi-evasione. Sotto le lente 1.170 conti correnti

San Marino, inchiesta maxi-evasione. Sotto le lente 1.170 conti correnti

Tra i 1170 correntisti, che comprendono nomi altisonanti di musica, sport, imprenditoria, spuntati a margine della maxi-inchiesta per evasione fiscale sulla Smi Bank di San Marino, sospettata di riciclaggio, per ora, compaiono anche 11 forlivesi e 40 riminesi. La procura di Roma, che gestisce l'indagine coadiuvata da quella forlivese, con i pm Fabio di Vizio e Marco Forte al lavoro, ipotizza un giro di 100 milioni di euro. Gli indagati sono una quarantina. Per i correntisti sono in corso gli accertamenti.

 

La Finanza e l'Agenzia delle entrate sono incaricate di accertare se nella lista lunga 26 pagine, richiesta dal procuratore Giovanni Ferrara e dalla pm Perla Lori, ci siano correntisti che hanno fatto rientrare denaro, approfittando dello "Scudo fiscale". Questo per quanto riguarda l'ipotesi di evasione. Per l'accusa di riciclaggio son circa 40 gli indagati, sospettati, di avere occultato oltre un miliardo di euro in dieci anni.

 

Sono tanti i nomi illustri presenti nella lista di conti correnti depositati a San Marino: anche se questo di per sé non rappresenta certamente un reato, l'attenzione mediatica di questi giorni si è concentrata tutta sul Titano e sulle ragioni di questi conti correnti depositati all'estero.

 

Ci sono il cantante Zucchero, C'è Giovanni Di Giorgi, consigliere regionale del Lazio del Pdl, Valter Mainetti, amministratore di "Sorgente" e immobiliarista", proprietario della galleria Alberto Sordi a Roma. E ancora Giuseppe Gazzoni Frascara, l'ex presidente del Bologna calcio, in lista insieme al figlio Tommaso. Poi il presidente del Cesena Calcio, Igor Campedelli.

 

E i "capitani" d'industria, Berloni e Guzzini, cinque componenti della famiglia Nasi, azionisti Fiat imparentati con gli Agnelli, Luigi De Simone Niquesa, figlio di Francesco, il re delle acque minerali (Uliveto e Rocchetta). E l'ex calciatore Lorenzo Marronaro, oggi procuratore. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -