San Marino replica alla GdF: "Dimenticate le altre 200 rogatorie accolte"

San Marino replica alla GdF: "Dimenticate le altre 200 rogatorie accolte"

San Marino replica alla GdF: "Dimenticate le altre 200 rogatorie accolte"

SAN MARINO - "Il tenente colonnello della Guardia di Finanza Lucignano, nella consueta foga di fare il censore della Repubblica di San Marino, si e' scordato di parlare delle 200 rogatorie a cui il tribunale ha risposto. Delle tante evase si ricorda solo di quella respinta". Augusto Casali, segretario di Stato per la Giustizia della Repubblica di San Marino, replica picche alle accuse rivolte da Gianfranco Lucignano, colonnello delle Fiamme gialle di Rimini.

 

"La rogatoria in questione e' stata accolta in prima istanza- ricorda Casali- e poi respinta in secondo grado, ma non e' possibile dire che l'iter sia gia' stato concluso". Per farlo, prosegue il Guardasigilli sammarinese, "bisogna aspettare la terza istanza, mentre il tenente Lucignano mi pare sia stato precipitoso".

 

Casali replica anche alle accuse rivolte alla normativa sammarinese sulle rogatorie, bocciata dal colonnello riminese: "La legge oggi e' completamente nuova, e' stata modificata lo scorso giugno". E ricorda che "e' proprio grazie anche a questa normativa che San Marino ha riscosso un giudizio positivo a livello internazionale, uscendo dalla procedura rafforzata del Moneyval". Il segretario di Stato quindi conclude: "Non e' possibile dimenticarsi di tutto questo, altrimenti sembra che si abbia una posizione precostituita contro San Marino".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -