San Marino, sabato l'apertura dell'edizione 2011 di 'Florea'

San Marino, sabato l'apertura dell'edizione 2011 di 'Florea'

San Marino, sabato l'apertura dell'edizione 2011 di 'Florea'

SAN MARINO - La 6°edizione di Florea, la due giorni del verde in programma nel centro storico della Repubblica del Titano, sabato 21 e domenica 22 maggio, si annuncia ricca di novità e iniziative. Se la sorpresa maggiore è certamente rappresentata dalla presenza di un ulivo gemello di 2400 anni, arrivato in Puglia dalla Grecia nel 600 a.c., i visitatori si troveranno di fronte gli stand di 30 tra i migliori florovivaisti italiani, tra i quali scoprire diverse curiosità.

 

I ragazzi di San Patrignano presenteranno una collezione di 40 tipi diversi di ortensie e una di 50 varietà differenti di rose, create dall'ibridatore tedesco Rosen Tantau, tra cui spicca con la sua prima uscita pubblica, "AMA", fiore dedicato a Maria Antonietta Muccioli, moglie del fondatore della comunità Riminese. Al loro fianco fiori e piante da vaso e da giardino, spaziando tra orchidee, lavanda di Venzone, tillandsie, le piante senza radici, per arrivare a bulbi e sementi tra i più pregiati.

E Mara Verbena, con Camilla Barducci curatrice e organizzatrice della manifestazione, ha scelto proprio l'evento sammarinese per presentare in anteprima le sue nuove linee di prodotti naturali, da quelli per la bellezza "Rosa di San Marino" a quelli per la tavola chiamati "Antica Trattoria Iole". "La nostra manifestazione non è solo una mostra mercato di piante ed essenze rare, ma un vento in cui parliamo di natura e benessere a 360° gradi - spiega Mara Verbena - Ho realizzato dei cosmetici naturali usando i petali della varietà di rosa dedicata alla Repubblica della libertà e poi usando solo materie prime di naturali e biologiche ho cercato di portare in cucina i profumi della natura. Olio, funghi secchi, condimenti che arrivano da San Marino o dalla Liguria. Sono un omaggio all'Antica Trattoria di mia madre, Iole Crescentini, il locale che gestiva insieme a mio padre. Lui era originario di La Spezia e ho cercato di ricostruire i sapori di una cucina che fondeva insieme 2 diversi territori".

 

E non è casuale che tutti i "gourmet" in visita a Florea per due sere potranno gustare nei ristoranti del centro storico menù contenenti piatti legati a orti e giardini. Ne è un esempio la proposta del ristorante La Terrazza del Titano: ravioli al tarassaco con fiori di zucca e pesto al basilico, tulipano croccante di parmigiano e sesamo con polpettine, mousse all'arancio con julienne di scorzette candite.

 

Non mancherà neppure l'ormai tradizionale appuntamento tra fiori e arte con la mostra dei foulard del maestro della seta comasco, Moritz Mantero, patron di Orticolario la più importante manifestazione italiana di giardinaggio, dove si potranno ammirare vere e proprie opere d'arte, ovviamente tutte a tema floreale. E nella Cava dei Balestrieri i foulard diventeranno parti di composizioni floreali realizzate con i fiori delle serre del comune pugliese di Leverano. Mentre, nel pomeriggio questo spazio sarà, invece, dedicato ai bambini e ai loro, floronaturalistici.

L'inaugurazione ufficiale della manifestazione, alla presenza dei segretari di Stato di San Marino alla Cultura, all'Ambiente e al Turismo, è prevista per sabato 21 alle ore 11.00.

 

Gli stand di Florea aprono ogni giorno alle ore 10.00 e chiudono alle 19.00.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -