San Marino, sconfinamento militari. Il segretario Mularoni alza la voce

San Marino, sconfinamento militari. Il segretario Mularoni alza la voce

San Marino, sconfinamento militari. Il segretario Mularoni alza la voce

SAN MARINO -Lo sconfinamento di cinque mezzi blindati, con tanto di cannoni, targati "Serenissima di Venezia", che per errore sabato scorso hanno oltrepassato il confine, si e' concluso con una nota di protesta del governo sammarinese, consegnata lunedì all'Ambasciata d'Italia a San Marino. Si tratta della seconda lettera di protesta, in meno di due mesi, che lamenta le invasioni involontarie: solo il 25 marzo scorso un auto della Guardia di Finanza aveva "osato" altrettanto.

 

 Anche allora il segretario di Stato per gli Affari esteri, Antonella Mularoni, si era dovuta armare di carta e penna, per presentare le rimostranze del Paese all'ambasciatore Giorgio Marini. "Gia' la volta precedente avevo espresso l'auspicio che non si verificassero piu' episodi analoghi", spiega a riguardo il segretario Mularoni. "Questa volta nella lettera ho fatto presente che, con un po' di diligenza, in pieno giorno, e' facile verificare che si sta entrando nella Repubblica di San Marino". Infatti, ha aggiunto "e' difficile sbagliarsi quando si passa Dogana con le attuali indicazioni". "Ci auguriamo vivamente- ha concluso- che sia davvero l'ultima volta". (Dire)

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    "Ci auguriamo vivamente- ha concluso- che sia davvero l'ultima volta". Sennò che cosa succede ? Per troppi anni la RSM ha fatto profitti enormi semplicemente offrendo spazio a evasori fiscali e farabutti italiani. Prova ne è la media del PIL dello stato se comparato con quello delle zone ad esso limitrofe. E' ora di dire basta, e di far capire in un modo o nell'altro che è ora di smetterla. Pacatamente, ma fermamente.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -