San Marino: truffa dell' 899, si suicida uno degli arrestati

San Marino: truffa dell' 899, si suicida uno degli arrestati

Era stato arrestato la scorsa settimana nell'ambito dell'inchiesta della procura di Firenze sui numeri 899. Il 26enne Niki Aprile Gatti, 26 anni, domiciliato a San Marino, si è suicidato nel carcere fiorentino di Sollicciano. La sua società di telefonia, la Oscorp, con sede a San Marino, era collegata con la Orange, l'altra azienda facente capo ad un altro delle persone finite in manette nel filone riminese dell'inchiesta, che aveva la disponibilità delle linee 899.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per impiccarsi, Aprile Gatti avrebbe utilizzato una corda formata da stringhe e jeans. A scoprire l'insano gesto sono stati i compagni di cella che non l'avevano visto uscire dal bagno. Nella giornata di lunedì il gip aveva confermato la detenzione in carcere per Gatti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -