San Mauro, Bartolomei (Udc): "Enti locali affrontino la crisi anzichè distrarsi"

San Mauro, Bartolomei (Udc): "Enti locali affrontino la crisi anzichè distrarsi"

SAN MAURO -Maria Grazia Bartolomei, capogruppo dell'Udc nel consiglio provinciale di Forlì-Cesena, sollecita le istituzioni locali ad adoperarsi per fronteggiare la crisi economica. "Anche per la nostra Provincia si prospettano momenti difficili, più difficili di quelli vissuti finora - afferma Bartolomei -. E per il Comune di San Mauro Pascoli non ci saranno sconti. In particolare si stanno acuendo i problemi del settore calzaturiero (calo della produzione del 7,1% nel primo semestre 2009), che pare essere investito anche da fenomeni di concorrenza sleale da parte di ditte che effettuano sottolavorazioni utilizzando manodopera irregolare e sottopagata, oltre che da fenomeni di delocalizzazione produttiva, ad argine dei quali il Governo ancora non interviene con l'approvazione della preannunciata normativa a tutela del "Made in Italy"".

 

Bartolomei osserva però che "gli Enti locali non appaiono particolarmente impegnati nella difesa di questo distretto produttivo d'eccellenza e delle sue maestranze, piuttosto sembrano "distratti" dalla sottoscrizione di un Accordo di programma con dei privati per la realizzazione di un centro culturale polivalente, prevalentemente costituito da un nuovo teatro da 500 posti e la contestuale realizzazione di assai consistenti interventi di edilizia residenziale". Un'operazione "che comporta il passaggio ad edificabile di oltre il 20% del territorio comunale, oggi agricolo e di alta centralità (perché destinato alla realizzazione di servizi a favore anche dei Comuni limitrofi, Gatteo e Savignano)".

 

L'esponente dell'Udc ha presentato un'interrogazione al Presidente della Provincia "per sapere quali interventi si vuole porre in atto nell'ambito delle politiche attive del lavoro, della formazione e riqualificazione professionale, cosa si propone per riorganizzare la filiera, garantire la continuità produttiva delle aziende sul territorio, la salvaguardia dei posti di lavoro e rilanciare la competitività sul versante dell'innovazione e dell'export, peraltro ben riflettendo prima di dare il proprio benestare all'Accordo di programma così come delineato".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -