San Mauro, Casa Pascoli al Comune. Ma mancano i soldi per il monumento nazionale

San Mauro, Casa Pascoli al Comune. Ma mancano i soldi per il monumento nazionale

San Mauro, Casa Pascoli al Comune. Ma mancano i soldi per il monumento nazionale

SAN MAURO PASCOLI - Novità a Casa Pascoli. La gestione della residenza del poeta passa in toto nelle mani del Comune di San Mauro. Il sindaco Miro Gori chiede allo Stato, che ne ha la proprietà, i fondi necessari per tener fede all'incarico. Nota dolente: da marzo ci sarà il biglietto d'ingresso. Intanto sono numerose le attività che arricchiscono la dimora del Pascoli. Tra mostre e laboratori didattici spicca l'iniziativa "Poesia in musica e pittura" curata dalla pronipote del poeta.

 

La prima novità dell'anno è che la gestione del "monumento nazionale" passa interamente dallo Stato, che se ne occupa dal 1924, al Comune di San Mauro. Quest'ultimo, con almeno 170mila euro in meno in cassa a causa dei tagli, dovrà provvedere alle attività di manutenzione, promozione e alla ricorrenza del centenario Pascoliano previsto per il 2012. La nota dolente che la concessione porta con sé è che da marzo, per entrare a casa Pascoli, si dovrà pagare un biglietto di due o tre euro.  Secondo Tintoni, dirigente del settore delle attività economiche e culturali, ciò non basterà neanche "a coprire metà dei circa 40mila euro previsti come spesa annuale".

 

Il passaggio della gestione è sancito dalle firme del Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Ravenna, Antonella Ranaldi e del Sindaco di San Mauro Gianfranco Miro Gori. Nell'occasione, il primo cittadino non ha nascosto la sua soddisfazione ma ha anche fatto presente che "solo con finanziamenti statali si può gestire un monumento nazionale, patrimonio della cultura Italiana".

 

Intanto Casa Pascoli registra visite in costante crescita con picchi di oltre 10mila ingressi all'anno. Gli studenti van per la maggiore ma sono molti anche i turisti da tutta Italia soprattutto dal meridione. Va ricordato che Casa Pascoli è molto più della dimora del Poeta. Ospita un carnet ricco di iniziative come "La Torre nella Storia" con l'esposizione di documenti e pergamene antiche, alcune del 1500, che "raccontano" il ruolo strategico della Tenuta (la Torre, ndr) amministrata dal padre del Pascoli attraverso i secoli.

 

Immancabile il contributo dei laboratori didattici per scuole. Quest'anno i bambini del paese possono dedicarsi a "Poesia in musica e pittura" che vanta una curatrice d'eccezione, Gloria Fuzzi la pronipote dello stesso Pascoli. Casa Pascoli è sopravvissuta ai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Speriamo che lo faccia anche dopo i tagli alla cultura.

 

Alessandro Mazza

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -