San Mauro, il 'talento' della scarpa parla tedesco

San Mauro, il 'talento' della scarpa parla tedesco

San Mauro, il 'talento' della scarpa parla tedesco

SAN MAURO - Per la prima volta tedesco. Anzi, tedesca, visto che si tratta di una ragazza. Il suo nome è Sarah Börtz e si è aggiudicata il concorso internazionale per giovani stilisti, "Un talento per la scarpa", promosso da Sammauroindustria. Il suo lavoro è stato giudicato il migliore tra i 193 elaborati provenienti da tutto il mondo, sul tema "Stile scarpe e rock and roll. Moda e musica pop: influenze reciproche". Sabato 20 giugno alle 21 alla Torre la serata di premiazione.

 

È questo l'esito della nona edizione del concorso internazionale per giovani stilisti, "Un Talento per la scarpa", promosso da Sammauroindustria in collaborazione con Confindustria di Forlì-Cesena, con il contributo della Banca Popolare dell'Emilia Romagna e di Romagna Est Banca di Credito Cooperativo. Il concorso di caratura internazionale offre un luogo di emersione a giovani designer (nati dopo il 31 dicembre 1977, senza limiti d'età per chi frequenta le scuole di moda), ideato per offrire una concreta opportunità di formazione e inserimento nel mondo del lavoro. Al vincitore, spetta un percorso formativo di 600 ore presso la Scuola Internazionale Calzaturiera del Cercal e uno stage di sei mesi presso una delle quattro aziende calzaturiere associate a Sammauroindustria: Casadei, Pollini, Sergio Rossi, Vicini. Durante questo periodo il vincitore percepirà una somma pari a 6mila euro, quale contributo alle spese di soggiorno per il periodo del corso, ma soprattutto maturerà un'esperienza preziosa per il suo futuro.

 

I partecipanti. L'edizione 2009 prevedeva la realizzazione di un elaborato originale sul tema "Stile scarpe e rock and roll. Moda e musica pop: influenze reciproche". Gli elaborati (bozzetti, ricerche stilistiche, collage di immagini, ecc.) che hanno preso parte al concorso sono stati 193 (187 nel 2008, 174 nel 2007) provenienti da tutto il mondo: Italia, Svezia, Brasile, Rep. Ceca, Messico, Estonia, Australia, Corea, Stati Uniti, Croazia, Portogallo, Gran Bretagna, Slovenia. All'iniziativa, inoltre, hanno preso parte anche 12 scuole italiane e 4 straniere.

La giuria che ha vagliato i lavori è stata composta da: Carla Cesarini (Cercal), Werther Colonna e Cristina Savani (Sammauroindustria); Cristian Casadei (Casadei); Giuseppe Righi (Vicini); Massimo Venturi (TGP); Giancarlo Sarti (Sergio Rossi).

Dopo una prima selezione la giuria ha ristretto la rosa dei lavori a 109 elaborati, arrivando poi ad una rosa ancor più ristretta di 12 lavori. Al termine della quale è stato selezionato il vincitore, nonché undici segnalati.

 

Il vincitore e i segnalati. Vincitrice della IX° edizione è Sarah Börtz, tedesca di Treviri, classe 1985. Questa la motivazione: "Alle origini del rock, un cofanetto di vinile che esprime la rivisitazione grafica del juke - box, trasferendo e trasformando dettagli su modelli di calzature femminile eleganti, artistiche e poetiche". È interessante notare che il concorso torna a essere vinto da una ragazza dopo due anni consecutivi appannaggio di designer maschili.

Oltre al vincitore la giuria ha segnalato anche undici lavori meritevoli di una menzione: 2) Stefano Cirillo, classe 1985, di Trecase (Napoli); 3) Ian Edward Burgess, classe 1973, di Nottinghan (Inghilterra); 4) Annalisa Muto, classe 1990, di Perugia; 5) Riccardo Paciola, classe 1988, di Perugia; 6) Cosimo Calderaro, classe 1980, di Ravenna; 7) Marzio Martella, classe 1986, di Roma; 8) Fabio Corsi, classe 1982, di Campobasso; 9) Paola Valenti, classe 1989, di Catania; 10) Oscar David Martinez, classe 1985, di Leon, Guanajauato (Messico); 11) Guillermo Isacc Lugo Rodriguez, classe 1986, di Leon, Guanajauato (Messico); 12) Elisabetta Frijia, classe 1985, di Acconia di Curinga (Catanzaro).

 

Scuole Segnalate. La Giuria ha anche segnalato due scuole che si sono particolarmente distinte per la qualità degli elaborati proposti. Per l'Italia: Istituto Statale d'arte "Bernardino Di Betto" di Perugia. Per l'estero: Centro de Arte y Diseño Universidad De La Salle Bajio, Guanajauato Messico.

 

La mostra. L'opera vincitrice insieme ad altri bozzetti meritevoli, saranno esposti nella sala delle Tinaie alla Torre nella serata di sabato 20 giugno, in occasione della premiazione. L'esposizione è curata da Maria Cristina Savani in qualità di art director.

 

Le edizioni precedenti. Interessante l'albo d'oro delle edizioni precedenti: primi sei anni appannaggio della creatività femminile, ultimi due di quella maschile, con il ritorno quest'anno di una ragazza. Così in ordine cronologico: Italia (Francesca Capellini, sul tema "La seduzione"), Russia (Daria Kravtsova, "Futuro"), Cina (Yim Kit Ling, "Nostalgia"), Giappone (Nakayama Yoko, "Ai piedi di Cleopatra") e Croazia (Dijana Sabljak, "Al gran ballo di Cenerentola"), Italia (Benedetta Maria Chiara Lupo, "La dolce vita"). Nelle ultime due edizioni: il messicano Joel Perez Ortega ("La via della seta"), l'italiano Mario Rossodivita ("Da Mad Max ai materiali biodegradabili. Per una calzatura fashion ed ecologica").

 

20 Giugno serata di premiazione. La premiazione dei vincitori del concorso è prevista per sabato 20 giugno alle ore 21,00 alla Torre (Villa Torlonia) a San Mauro Pascoli. La serata, condotta dalla giornalista di PrimaPagina Cristina Zani, vedrà la partecipazione della vincitrice nonché dei segnalati dalla giuria. A seguire ci sarà il concerto di Stillalive Kiss Tribute.

 

Informazioni:

Premiazione "Un Talento per la Scarpa"

Sabato 20 Giugno - Ore 21,00

Villa Torlonia La Torre - San Mauro Pascoli

Info: Sammauroindustria tel. 0541-810124

Ingresso libero.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -