San Mauro, morte cerebrale per il giovane Cristian

San Mauro, morte cerebrale per il giovane Cristian

San Mauro, morte cerebrale per il giovane Cristian

SAN MAURO - Morte cerebrale per Cristian Nedic, il 13enne di San Mauro Pascoli ricoverato da una decina di giorni all'ospedale universitario di Valencia, dopo esser stato colpito da un infarto cerebrale mentre stava facendo il bagno in piscina. Il cuore del ragazzino è tenuto in vita dai macchinari, che i genitori non vogliono far spegnere, e dal forte fisico. Il 13enne, anche portiere della Sammaurese Calcio, era in vacanza con i familiari in Spagna, dove lavora il padre.

 

In seguito al malore, Cristian è stato soccorso dai sanitari di Calbe, per poi esser trasferito al nosocomio di Denia. Dopodichè è stato trasferito all'ospedale di Valencia, dove è attaccato al respiratore. Fin da subito il padre del giovane, Nicola Nedic, di origini slave, ha spiegato agli organi di informazione romagnoli che le possibilità si sopravvivenza del figlio erano praticamente nulle, aggiungendo che nell'eventualità della morte avrebbero deciso di donare gli organi in Italia.

 

Inizialmente ricoverato nel reparto di Rianimazione, Cristian sembrava essersi lievemente ripreso. Ma poi è sopraggiunta la ricaduta fatale. I genitori vogliono chiarire se i medici hanno fatto il possibile per salvare Cristian.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -