San Mauro, Umberto Orsini recita Pascoli

San Mauro, Umberto Orsini recita Pascoli

SAN MAURO - Uno dei più grandi artisti italiani legge Giovanni Pascoli. E lo fa nel luogo principe della poesia pascoliana: La Torre-Villa Torlonia. Il quinto appuntamento con "Il Giardino della Poesia" è un viaggio alla scoperta di uno dei più grandi poeti della nostra letteratura, Giovanni Pascoli, accompagnati da un grande del teatro, Umberto Orsini. L'appuntamento è sabato 31 luglio alle 21,15 alla Torre (ingresso libero) in una serata promossa dall'Accademia Pascoliana.

 

Orsini, uno dei più grandi attori italiani, da qualche anno ha deciso di leggere Pascoli dopo aver sentito il saggio di recitazione di un giovane attore che lo proponeva in un modo assolutamente diverso da quello a cui la scuola italiana ci aveva abituato, scoprendone la grande modernità, che è alla base di tutta la poesia italiana del Novecento. Nata in una fase storica in cui, con l'esaurirsi delle vecchie certezze e dei vecchi ideali ottocenteschi, parte dell'intellettualità europea cominciava ad avvertire un senso di smarrimento, la poesia di Pascoli è intrisa di simbolismo e di decadentismo, ed esprime un'angoscia profonda che, da personale, diventa sempre più universale. Pascoli indaga sugli aspetti non razionali della vita, l'ignoto, il mistero, il destino, il dolore e l'unica via di fuga che trova è quella di ascoltare e dar voce al fanciullo che è in noi, coltivando l'umanitarismo, la solidarietà, il sentimento, in uno stile non tradizionale ma febbrilmente sperimentale, come tutta la critica più avvertita ha messo sempre più in luce.

 

Alternando prosa e poesia, liriche a tutti familiari (Romagna, La cavalla storna, L'aquilone ) ad altre meno note ma non meno intense (Allora!, La tovaglia , Temporale, Il lampo...), Orsini darà voce a un Pascoli segreto e struggente, liberando, attraverso la magia della recita teatrale, tutto il potenziale della sua poesia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -