San Mauro: una giornata per rivivere la storia della Domus Pascoli

San Mauro: una giornata per rivivere la storia della Domus Pascoli

SAN MAURO PASCOLI - La cronaca e la storia della Fondazione Domus Pascoli saranno al centro di un pomeriggio in programma sabato 10 gennaio presso la Casa protetta (Via Manzoni, 19) a San Mauro. Si partirà alle 15,00 con l'inaugurazione di una targa dedicata ai Presidenti della Domus Pascoli. Seguirà il convegno "Memento Domus Pascoli. Cronaca e storia di una fondazione sammaurese", alla presenza di Gianfranco Miro Gori Sindaco San Mauro Pascoli, Massimo Bulbi Presidente Provincia Forlì-Cesena, Anna Maria Dapporto Assessore Regione Emilia-Romagna, Ettore Stacchini Presidente ASP del Rubicone, Maria Grazia Montanari Assessore Comune di San Mauro.

 

Seguirà una relazione di Piero Maroni, "Domus Pascoli: storia di uomini e di cose", nonché le comunicazioni di Rosita Boschetti, "Giuseppe Maioli, il progettista", Luca Giuliano, "Il Giardino d'Infanzia a San Mauro:  da sogno pascoliano a realtà", Daniela Rossetti, "Il ruolo della casa protetta nel territorio di San Mauro".Chiusura alle 18,00 con un aperitivo. La giornata è organizzata dal Comune di San Mauro Pascoli e dall'ASP del Rubicone.

 

Un po' di storia della Fondazione Domus

Dopo la morte di Giovanni Pascoli nel 1912, si creò a San Mauro un movimento di persone che, con l'aiuto del Comune sammaurese, cercò di acquisire la Casa Pascoli, allora di proprietà di un privato cittadino. Questo per concretizzare il desiderio del poeta il quale auspicava che in quella sede vi fossero rappresentate "l'alba e il tramonto della vita" e divenisse "il tempio nel cui vestibolo tutte le famiglie si incontrassero col loro bambino per mano".

 

Il desiderio si realizzò nel 1924: la Casa fu sistemata e adibita in parte a Museo delle memorie Pascoliane, in parte destinata a Giardini d'Infanzia. Venne costruito un ricovero per anziani abbandonati e sistemato il parco circostante che, con la chiesetta della Madonna dell'Acqua, venne dedicato ai caduti della prima guerra mondiale: ogni pino rimembrava un soldato morto. La gestione e conduzione dell'Ente fu affidata sin dall'anno 1927 alle Suore di carità delle SS. Capitanio e Gerosa che erano giunte a San Mauro nel 1921 per gestire un asilo parrocchiale, e che in seguito ad una convenzione stipulata con l'Amministrazione Comunale si trasferirono nella Casa Pascoli per assumerne la direzione: insegnamento ai bambini, assistenza agli anziani, la custodia del Museo. Nel 1935 con Regio Decreto si autorizzò la costituzione in Ente Morale della Fondazione "Domus Pascoli".

 

Negli anni '60 fu costruita una nuova sede in via Manzoni, ancora oggi presente, tra le realtà più importanti del territorio. L'intento era quello di dare una risposta di qualità agli anziani bisognosi di ricovero e assistenza. Furono redatti piani di intervento e di trasformazione che si poterono attuare solamente alla fine degli anni '80, grazie a un importante contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena. Successivamente, negli anni 95/96, grazie ad un nuovo contributo regionale e all'impegno di risorse proprie dell'Ente, l'edificio costruito fu ulteriormente riammodernato con la costruzione di un vasto salone al piano terra, l'approntamento, al primo piano, di nuovi servizi per i medici, per il personale infermieristico e per il responsabile della struttura e la realizzazione, all'ultimo piano, di alcune camere per gli ospiti.

 

A seguito di tale intervento l'edificio consentiva di ospitare un totale di 59 anziani (39 in Casa Protetta e 20 in Residenza Sanitaria Assistenziale). Nell'ottobre del 2004 il complesso si è allargato con l'avvio di una nuova Residenza Sanitaria Assistenziale con ulteriori 24 posti letto. Gli ultimi arrivati sono 4 alloggi con servizi e spazi giorno polifunzionali che consentono di fare funzionare il centro diurno di circa 8 posti completando così l'offerta dei servizi socio- assistenziali e socio - sanitari dell'Ente.

 

Questa oggi la rete di servizi offerta dall'Ente:

- nr. 4 alloggi con servizi;

- nr. 2 residenziali di sollievo in Casa Protetta;

- nr. 57 posti di Casa Protetta;

- nr. 24 posti di R.S.A

 

La Fondazione, oltre all'attività di Assistenza Residenziale agli anziani eroga anche i servizi educativi della Scuola dell'Infanzia che esercita l'attività presso la sede storica di via Pascoli. La Scuola dell'Infanzia attualmente è composta da 3 sezioni ed ospita bambini in età prescolare (da 3 a 6 anni). Nel corrente anno scolastico è frequentata da circa 80 bambini. La Scuola, fino all'anno 2000 era diretta e si avvaleva dell'opera dalle Suore di "Maria Bambina". Dopo la loro partenza la gestione dei servizi è affidata a personale laico. Nonostante la partenza del personale religioso, la Fondazione è riuscita a mantener un elevato standard dei servizi, dimostrato dal gradimento manifestato dai bambini e dai loro genitori.

 

Nel 2008 la Domus Pascoli è confluita nell'ASP del Rubicone, divenendone, coi suoi locali, la sede legale e amministrativa.

 

I presidenti della Fondazione Domus Pascoli

1936 - 1957 PAOLO DELLA BARTOLA

1957 - 1961 SECONDO BIANCHINI

1961 - 1965 SAURO RICCI

1965 - 1977 ELMO SUCCI detto IAURES

1975 - 1977 TONINO DELLAMOTTA

1977 - 1996 PIERO MARONI

1996 - 2001 GERMANO ZOZZI

2001 - 2002 ANNAMARIA PLAZZI

2002 - 2008 MARCO SILVAGNI

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -