San Patrignano, "Capire la musica": Paolo Olmi porta la musica classica a 'Sanpa'

San Patrignano, "Capire la musica": Paolo Olmi porta la musica classica a 'Sanpa'

San Patrignano, "Capire la musica": Paolo Olmi porta la musica classica a 'Sanpa'

Presentata a San Patrignano ‘Capire la musica', iniziativa organizzata dalla Comunità fondata da Vincenzo Muccioli nel 1978,  dal direttore d'orchestra Paolo Olmi e da Emilia Romagna Concerti, per avvicinare i ragazzi di Sanpa al linguaggio della musica classica. Il progetto prevede una serie di lezioni e di concerti, due dei quali si terranno proprio nell'Auditorium della Comunità.

 

"Trovo che la scelta di avvicinare giovani musicisti ai ragazzi di San Patrignano sia un modo bellissimo per farli approcciare a questo linguaggio musicale: la coetaneità tra chi insegna e chi desidera imparare regalerà soddisfazioni a entrambe le parti - dice Andrea Muccioli, responsabile  della comunità -. L'iniziativa è stata accolta con grande entusiasmo e partecipazione da parte dei nostri ragazzi, e la voglia di capire una musica a loro finora sconosciuta rappresenta una nuova sfida. A Sanpa abbiamo corsi di chitarra, di batteria, abbiamo un coro, siamo quindi aperti a qualsiasi forma di conoscenza della musica, compresa quella classica".

 

Da venerdì 11 febbraio, comincerà presso il centro studi di San Patrignano,  un ciclo di 6 lezioni settimanali che affronteranno ogni volta un argomento diverso. "Credo che la musica sia la più universale delle arti, quella che possono praticare tutti e che può far divertire tutti, anche quella classica. Basta conoscerla e non averne paura". A parlare è il maestro Paolo Olmi, che ci spiega come questo genere musicale può diventare per i ragazzi di San Patrignano una fonte di ricchezza in più.

 

"Molti giovani si sentono intimiditi o impreparati nei confronti della musica classica, si sentono in soggezione quando entrano in un teatro, non si sentono abbastanza colti. Con questa nuova iniziativa San Patrignano mette a disposizione dei suoi ospiti e di tutti gli appassionati il suo nuovo, bellissimo e funzionale auditorium, dove potremo conoscere e divertirci con questo nuovo genere di musica dimostrando che non bisogna averne paura".I temi delle lezioni saranno vari, dalla funzione del direttore d'orchestra, spesso sconosciuta, alla musica nel mondo, dalla musicalità della voce, alla conoscenza di suoni e percussioni, fino a ricostruire il filo che lega tra loro i vari generi musicali con l'ultima lezione che si intitola appunto "da Bach ai Led Zeppelin".

  

Durante le lezioni gli ‘studenti' potranno interagire con i loro insegnanti imparando ad utilizzare sia gli strumenti musicali che le voci. Tutti gli incontri saranno curati dal flautista Matteo Salerno, che fa parte del corpo dei giovani docenti.

 

Oltre alle lezioni, sono anche previsti tre grandi concerti ‘della domenica', in cui suoneranno grandi musicisti del panorama della musica classica nazionale ed internazionale.

Il primo avrà luogo Domenica 13 marzo alle ore 11,00 presso l'Auditorium di San Patrignano e vedrà esibirsi il flautista Andrea Griminelli, e la pianista Irene Veneziano, su musiche di Dvorak, Schubert, Morlacchi, Popp, Borne. Il secondo concerto si terrà Domenica 20 marzo alle ore 11,00, presso la Saletta Zampeschi a Sant'Arcangelo di Romagna, dove si esibiranno Tilly Cernitori, violoncellista e Desiree Scuccuglia, pianista, le quali interpreteranno brani di Mendelssohn-Solbiati, Schumann, Ciaikovski, Rossini.  Domenica 27 marzo, sarà la volta di Jifenf Chen, violinista e di Filippo Pantieri, pianista, che suoneranno nuovamente nell'auditorium della comunità, musiche di Beethoven e Paganini.

 

Il progetto è stato realizzato anche grazie al sostegno dell' Autorità Portuale di Ravenna, del gruppo BAMBINI e COFACE e con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, Provincia e Comune di Ravenna. "La nostra associazione si impegna spesso al fianco dell'amministrazione pubblica, per promuovere iniziative culturali come questa" - dice P. Ferri di Confcooperativa. "Da sempre sosteniamo la cultura in tutte le sue espressioni, in particolare le attività che attraverso l'arte e la musica arricchiscono lo spirito. Ci auguriamo che questa esperienza possa proseguire nel tempo e ripetersi anche nei prossimi anni".

 

Come è abitudine per San Patrignano i concerti saranno aperti al pubblico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Davanti all'ingresso della comunità, dalle 10 di mattina, sarà allestito un punto vendita dove acquistare i biglietti  per assistere ai concerti. Il costo dell'ingresso è di 10 euro.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Maria 80
    Maria 80

    A me sembra un po' una presa in giro dal momento che gli ospiti della comunità non possono disporre di alcun tipo di apparecchio per ascoltare la musica. L'ascolto è consentito solo in gruppo, in orari precisi e la decisione di cosa ascoltare è del capo-squadra; in nessun caso è permesso l'ascolto individuale.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -