San Patrignano, Miur e Wind a teatro contro la droga

San Patrignano, Miur e Wind a teatro contro la droga

RIMINI - Arriva a Rimini We free, addicted to life, il nuovo progetto nazionale di prevenzione dalla tossicodipendenza realizzato dalla comunità di San Patrignano, Wind e MIUR (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) e lo fa portando in scena lo spettacolo "Ragazzi Permale", il 14 dicembre presso il Teatro Tarkovskji in Via Brandolino n. 13, alle ore 9.30.

 

La spettacolo, che raggiungerà oltre 800 studenti delle scuole superiori della città, si svolge grazie alla preziosa collaborazione nel territorio riminese dell'Ufficio Scolastico Provinciale e del Servizio Politiche Giovanili della Provincia.

 

Secondo dati relativi alla diffusione dei consumi in Italia raccolti dall'Istituto di Fisiologia Clinica del CNR (Centro Nazionale delle Ricerche) la classe d'età maggiormente esposta è proprio quella tra i 15 e i 34 anni. Uso di cannabis in primis, che riguarderebbe il 25% dei maschi e il 15% delle femmine e che vale all'Italia un triste primato europeo. Solo nel 2008 ne avrebbero fatto uso - almeno una volta - 5 milioni e 600 mila italiani dei quali 500 mila ne consumano giornalmente. Sempre più diffuso anche il consumo di allucinogeni che riguarderebbe il 3% degli studenti in età compresa fra i 15 e i 19 anni, e di cocaina, il 3.2 % dei giovani tra i 15 e i 34 anni. Luoghi di spaccio la discoteca, i bar, i parchi, le piazze, la casa di qualche amico, internet e la scuola.

 

"Ragazzi Permale" affronta i comportamenti a rischio legati a consumo di droghe e disagio giovanile nelle sue tante sfaccettature. La formula comunicativa è quella del dialogo alla pari, "peer to peer", dove a parlare ai ragazzi delle scuole ci sono altri giovani: Tiziano e Alessandro, ormai alla fine del loro percorso di recupero in comunità. Ad accompagnarli in scena, in un percorso narrativo lontano da retorica e moralismi, vi sarà il conduttore Francesco Apolloni. Scrittore, regista e attore, Apolloni ha all'attivo la realizzazione di film, documentari e campagne sociali. Tra gli ultimi lavori come attore la Fiction Rai "Ma il cielo è sempre più blu" su Rino Gaetano e "Scusa ma ti voglio sposare", trasposizione cinematografica dell'ultimo successo di Federico Moccia".

 

"La tragica realtà che oggi facciamo finta di non vedere - ha spiegato Andrea Muccioli Andrea Muccioli, responsabile della comunità di San Patrignano che negli anni ha ospitato 3115 ragazzi provenienti dall'Emilia Romagna e che oggi vede quasi 1500 soggetti in percorso, di cui 302 provenienti dai comuni della riviera - è che c'è un esercito di ragazzi che scappano da se stessi. Sono i drogati normali, il frutto di un cocktail avvelenato di egoismo e superficialità, di disinteresse e rassegnazione al quale ci siamo assuefatti. Ma il problema non è più solo il ragazzino che a 12 anni fuma droga. Nella stanza a fianco c'è suo padre che sta facendosi una riga di coca. Bisogna quindi intervenire sul disagio familiare creando centri di ascolto e socializzazione, proponendo a chi si sta distruggendo un cambiamento: correre il rischio di fare gli educatori".

 

Dal 2005 ad oggi, gli spettacoli di prevenzione che San Patrignano sta portando in giro per l'Italia, hanno realizzato oltre 200 tappe, incontrato quasi 150.000 studenti e ottenuto il riconoscimento della società di ricerca Millward Brown secondo la quale tra l'80 e il 99% dei ragazzi tra i 14-20 anni che hanno assistito agli spettacoli li considera "coinvolgenti, attuali, informativi, originali, attuali, seri e piacevoli...".

 

Ma oltre che a scuola, il dialogo può continuare anche sul web grazie al sito www.wefree.it, dove è possibile trovare i blog dei protagonisti degli spettacoli, discutere, lasciare commenti e chiedere aiuto. Una community virtuale che ogni mese riceve circa 10.000 contatti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -