San Patrignano, si celebra la Pasquella

San Patrignano, si celebra la Pasquella

A San Patrignano si celebra la Festa della Pasquella. Nella grande sala da pranzo gli oltre 1500 ragazzi della comunità ridanno vita ad una celebrazione tipica della tradizione natalizia romagnola, di cui si ha notizia sin da inizio ‘800.

 

La Pasquella è un canto rituale e di buon auspicio del solstizio d'inverno e appartiene al repertorio di canti di questua dell'Epifania. Nella tradizione locale il canto viene eseguito prima di Natale dai "Pasquarùl", un gruppo di cantori e musici che passa di casa in casa a portare questo canto augurale ricevendo in cambio offerte di vino e di cibo.

 

In omaggio a questo uso, un gruppo di "Pasquarùl" farà il proprio ingresso in comunità e canterà assieme ai ragazzi di SanPa alcuni dei motivi musicali tipici di questa tradizione.

 

A seguire cena con menù tipico della Romagna: porchetta, spiedini e piada. Mentre, un nutrito gruppo di "sfogline" salirà come ogni anno a San Patrignano per preparare, rigidamente a meno e secondo la ricetta della tradizione, gli oltre 35 mila cappelletti destinati al pranzo di Natale dei ragazzi di Sanpa.

 

E per il 24 dicembre, giorno di vigilia, tutto è pronto per incontrare con colloqui individuali i giovani tossicodipendenti che ogni Natale chiedono di essere accolti in comunità, per essere aiutati a uscire da droga e emarginazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -