San Patrignano: "Squisito!", un evento per tutti i Gusti

San Patrignano: "Squisito!", un evento per tutti i Gusti

San Patrignano: "Squisito!", un evento per tutti i Gusti

Si rinnova per la settima volta l'appuntamento con Squisito!, la rassegna enogastronomica realizzata da San Patrignano all'interno della comunità. Dal 30 aprile al 3 maggio tutti gli amanti della buona cucina e dei prodotti di eccellenza del ‘Buon Paese, potranno far tappa sulle colline riminesi per soddisfare i loro raffinati palati. Al ‘Villaggio degli artigiani' anche quest'anno un'eccezionale scelta di produttori, provenienti da tutta Italia, che metteranno a disposizione del pubblico della kermesse le loro migliori selezioni.

 

Tra le novità un'area tutta dedicata ai produttori artigianali di birra e la presenza del Ministero delle Politiche Agricole e di varie Regioni e Province che presenteranno un'ampia selezione delle loro eccellenze territoriali.

 

Se il ‘Villaggio degli artigiani' e i ventisei ‘Presidi Slow Food' continueranno a presentare le eccellenze della Penisola, la ‘Piazza del cibo di strada' avrà molti più stand rispetto al passato:  dieci le tappe golose da affrontare passeggiando tra i viali di San Patrignano: dalle olive all'ascolana e alla focaccia di Recco, passando per il fritto di pesce, la porchetta di Ariccia, e la trippa fiorentina, solo per citarne alcuni.

 

Molto ricca, come sempre, anche la sezione didattica di Squisito!. Presente anche quest'anno l'area ‘Experimenta' di Paolo Massobrio e il suo Club del Papillon, accompagnati dall'inseparabile Marco Gatti. Dieci gli appuntamenti curiosi con la "cucina cantiere", una sorta di lezioni di educazione alimentare per accrescere la nostra consapevolezza di consumatori e provare ad incidere sempre di più sulla filiera produttiva. Ricca di spunti e di idee originali l'offerta dei corsi (il numero massimo di partecipanti è di 15): venerdì 30 aprile si va dall'inedito matrimonio tra il pesce azzurro e la patata di Gottolengo - curato dallo chef Paolo Raschi - ai segreti per cucinare con la birra svelati da Federico Scalvini ed Enrico Ponza. Si rinnova anche la ‘Giostra dei Cuochi', che in questa edizione porterà la firma di Anna Morelli, editrice italiana, con la sua Vandenberg,  di Apicius - Quaderno di alta gastronomia. L'appuntamento è con Moreno Cedroni, Ana Ros, Alex Atala, Matias Perdomo, Davide Scabin, Fabio Rossi, Claudio Sadler, Gennaro Esposito, Norbert Niederkofler e Pino Cuttaia.

 

Tra le novità  anche ‘L'Officina della pizza', quattro incontri in cui il pubblico potrà apprendere come una "Margherita" può diventare un piatto di alta cucina. In collaborazione con il Molino Quaglia, all'interno della pizzeria di San Patrignano "O'Malomm", un pizzaiolo e uno chef, in coppia, spiegheranno i segreti del piatto italiano per eccellenza. Da non mancare una visita al ‘Punto,, luogo d'incontro tutto dedicato all'eccellenza e alla cultura del gusto con ben sedici appuntamenti tra lezioni e dibattiti sul mondo del caffè, del cioccolato, del thè, gelato e alta pasticceria. A guidarli Sommelier del Gusto di Gruppo illy insieme a esperti internazionali. Si parte il 30 aprile con una degustazione di cioccolato condotta da Gianluca Franzoni e tutte le curiosità intorno all'impiego del thè in cucina svelate da Antonio Chiodi Latini.

 

Cinque fuori classe della cucina come Massimo Bottura dell'Osteria Francescana, Vincenzo Cammerucci del Lido Lido, Moreno Cedroni della Madonnina del Pescatore, Valentino Marcattilii del San Domenico, Fabio Rossi di Vite si alterneranno per il ‘Déjeuner sur l'herbe', il picnic sul verde campo gara, accompagnati dalla musica del quartetto acustico Gospel Jazz Machine, mentre ad occuparsi dell' ‘Osteria della Pasta' saranno, assieme ai ragazzi della cucina della comunità, gli chef Cristiano Tomei, Pietro D'Agostino, Massimo Emiliozzi, Antonio Torino, Christian Zana, Marcello Leoni, Filippo Saporito del Consorzio di Alta Cucina, capitanato da Marco Bistarelli. Strozzapreti e tortelli, lasagne e cappelletti fatti a mano sul momento si affiancheranno ai maccheroncini, alle penne, alle mezzemaniche e ai rigatoni, tutti preparati grazie alle ricette e al lavoro di questa eccezionale brigata. L'alternativa per una pausa pranzo meno impegnativa a Squisito! non manca: ‘Vera Piada' è la destinazione per gustare la tipica piadina romagnola mentre SP.ice Cream proporrà gelati made in Sanpa. Frullati, centrifughe e cocktail analcolici saranno preparati dai barmen di AIBES e proposti nell'area ‘Le stagioni e i loro frutti'.

 

Gli amanti del vino invece troveranno all'interno del PalaSaida il consueto ampio spazio dei ‘Vigneti in bottiglia', che vedrà confermata la formula della scorsa edizione: area degustazione e il programma dei seminari/verticali, veri e propri percorsi guidati da sommeliers professionisti con la diretta testimonianza dei produttori. Non poteva mancare all'appuntamento il ristorante ‘Vite', con la rassegna ‘Il mondo è piatto', tre cene che porteranno la firma di  tre grandi della cucina come Gianfranco Vissani, Ana Ros e Alex Atala.

 

Ricca di opportunità didattiche e di svago anche l'area pensata per i piccoli visitatori della manifestazione. Tornerà il ‘Battesimo della sella', con tanto di certificazione finale e verrà inaugurata ‘Qua la zampa', fattoria didattica popolata da mucche, pecore, capre, maiali di mora romagnola e da più inconsueti lama, alpaca e aironi. Da non perdere un giro sulla ‘Gustomotiva', un trenino a motore che si muoverà dentro la comunità per poter vedere cosa accade oltre la cornice di Squisito! e visitare i settori di formazione professionale.

 

Ingresso 10 euro, gratuito per i minori di 14 anni. Per informazioni sul programma consultare il sito www.squisito.org

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -