Sanità: Filippi (Gdl), "garantire il diritto alla cura"

Sanità: Filippi (Gdl), "garantire il diritto alla cura"

BOLOGNA - Fabio Filippi (gdl-pdl), visto che a tutti i cittadini spetta il diritto di essere curati e considerato che spesso alle persone ammalate di tumore che decidono di curarsi col metodo Di Bella viene negata l'assistenza economica di cui necessitano, ha rivolto un'interpellanza alla Giunta per sapere che cosa la Regione stia facendo per garantire realmente il diritto alla cura e quali siano le doverose agevolazioni per i pazienti che intendano utilizzare metodi di cura alternativi a quelli più comuni, ed in particolare per chi utilizza il metodo Di Bella.

 

Filippi, nel rilevare che anche nell'Istituto Europeo di Oncologia di Milano verrebbe utilizzata la stessa somatostatina del metodo Di Bella, semplicemente cambiando nome al farmaco, vuole sapere se queste notizie sull'utilizzo del metodo e dei farmaci da parte di medici e centri famosi sia vera. Il consigliere, infine, domanda alla Regione come intenda intervenire affinché: le volontà degli ammalati vengano rispettate evitando di creare, o meglio di alimentare, una divisione tra ammalati di seria A e di serie B, in situazioni già terribilmente dolorose; non venga negata la speranza della guarigione, al fine di attribuire indistintamente a tutti i cittadini la concreta possibilità di fruire delle stesse agevolazioni nella predisposizione dei metodi di cura e nell'acquisizione dei farmaci.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -