Sanità, Vendola: "Tremonti commette reato penale, mi rivolgerò a Napolitano"

Sanità, Vendola: "Tremonti commette reato penale, mi rivolgerò a Napolitano"

Sanità, Vendola: "Tremonti commette reato penale, mi rivolgerò a Napolitano"

Parla di "reato penale" il governatore della Puglia, Nichi Vendola, riferendosi alla decisione del ministro dell'Economia, Giulio Tremonti di non firmare il piano di rientro del deficit sanitario messo a punto dai vertici della Regione. Ma non solo, anche "dai suoi tecnici", sottolinea Vendola. "Mi rivolgerò a Napolitano e alla conferenza dei presidenti delle regioni, aspettando quello che accadrà nel prossimo consiglio dei ministri. Mi riservo qualunque azione nei confronti di questo governo".

 

La posizione del governatore della Puglia, è dura: "Il problema è di Tremonti non mio, lui ha fatto scadere i termini della presentazione del piano di rientro. Tecnicamente ora la mia regione perde 500 milioni di soldi nostri che il governo doveva restituirci. Ma siccome io ero lì e ho le mail dei tecnici ministeriali che definiscono il piano ottimo, non voglio nemmeno pensare che Tremonti non chiederà la riapertura dei termini. Commetterebbe un reato molto grave".

 

L'accordo si è incagliato sulla questione della internazionalizzazioni di lavoratori di aziende che gestivano servizi sanitari in appalto, che secondo Vendola, "ha prodotto per i lavoratori l'affrancarsi da condizioni schiavistiche e spesso da un dominio di tipo mafioso"

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -