Sanremo, i campioni: Mango

Sanremo, i campioni: Mango

MANGO

Cinque milioni di dischi venduti, una delle voci più autorevoli della musica pop italiana. Pino Mango, nato a Lagonegro, cittadina della provincia di Potenza, ha iniziato a suonare all’età di sette anni in gruppi locali, portando avanti la sua passione musicale per Led Zeppelin, Deep Purple, Aretha Franklin e Peter Gabriel assieme agli studi di Sociologia all’università di Salerno.

La prima incisione in assoluto è “Su questa terra solo mia”, inserita nell’album di esordio del 1976, “La mia ragazza è un gran caldo”. Poi, supportato dalla prestigiosa casa discografica Numero 1, quella di Lucio Battisti, lancia il 45 giri “Fili d’aria/Quasi amore”, mai pubblicati in album. La fama di Mango cresce con il secondo e terzo album, “Arlecchino” e “E’ pericoloso sporgersi” prima della decisione di abbandonare la musica e rigettarsi negli studi accademici, interrotta dall’incontro con Mogol che porta alla nascita di “Oro”, una delle canzoni più note della musica italiana. Il successo porta Mango all’incisione di altri album, all’arrivo a Sanremo dove nel 1984 si aggiudica il premio della critica e nel 1986 canta l’acclamata “Lei verrà”.

A Sanremo partecipa altre volte, anche con “Bella d’estate” scritta con Lucio Dalla. Il successo di Mango varca i confini italiani e al 1994 risale l’inizio della collaborazione con Pasquale Panella per la canzone “Giulietta” contenuta nell’album “Mango”. Nel 1997 dopo una nuova partecipazione a Sanremo con “Dove vai”, Mango incide l’album “Credo” avvalendosi di partner internazionali del calibro di Mel Gaynor dei Simple Minds e di David Rhodes, chitarrista di Peter Gabriel, oltre agli arrangiamenti di Rocco Petruzzi e Greg Walsh.

Nel 1998 un’altra partecipazione a Sanremo, assieme a Zenima, con “Luce”. Dopo cinque anni di assenza, Mango torna nel 2002 con “Disincanto” mentre è del 2004 “Ti porto in Africa”, naturale evoluzione del percorso musicale dell’artista, contenente un duetto con Dalla, “Forse che sì, forse che no”. Nello stesso periodo Mango ha debuttato come poeta con “Nel malamente mondo non ti trovo”. Nel novembre del 2005, anticipato dal singolo omonimo, esce ‘Ti amo così’, il quindicesimo disco di inediti di Pino Mango.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(www.sanremo.rai.it)

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -