Sanremo, i giovani: Patrizio Baù

Sanremo, i giovani: Patrizio Baù

Patrizio Baù

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È nato nel 1972 a Meyriez Fribourg, Svizzera. Dal 1995 svolge attività didattica presso le scuole secondarie
di 1° e 2° grado, sia in qualità di insegnante di strumento sia come docente di Educazione musicale.

Ha studiato chitarra classica presso il Conservatorio di Musica A. Pedrollo di Vicenza, conseguendo la maturità artistica nel 1992 e successivamente il diploma di chitarra sotto la guida del Maestro Stefano Grondona, del quale ha frequentato anche vari corsi di perfezionamento a Riva del Garda dal 1990 al 1995.

Ha partecipato in duo flauto-chitarra a vari concorsi nazionali ed internazionali vincendo alcuni premi, fra i quali il 1° premio assoluto al 3° Concorso cameristico nazionale G. Rospigliosi di Pistoia e il 2° premio al 6° Concorso internazionale S. Salmaso di Viareggio. Ha svolto e svolge attualmente attività concertistica in qualità di solista e all’interno di gruppi cameristici.

Di particolare rilievo: l’attività concertistica nel duo Rigobello-Baù (flauto e chitarra), il progetto di trascrizioni per il Trio Louriva l (flauto, violino e chitarra); la realizzazione di significativi repertori trascritti dalla musica operistica e dal floklore spagnolo con il soprano francese Colette Alliot Lugaz; la collaborazione con l’Orchestra Filarmonia Veneta di Treviso nell’ esecuzione della colonna sonora del film di Charlie Chaplin City Lights e con l’Icarus Ensemble di Reggio Emilia alla Rassegna di Musica Contemporanea di Montepulciano; l’esecuzione del concerto per chitarra ed orchestra di M. Giuliani con la Camerata Musicale Vicentina; la partecipazione come solista a vari concerti del gruppo strumentale Orchestra a plettro di Breganze.

Ha curato ed eseguito le musiche all’interno di progetti basati sulla interazione tra poesia, recitazione e musica, collaborando con attori importanti nella realtà vicentina quali Adriano Marcolin, Pino Costalunga e Piergiorgio Piccoli. Ha ideato, insieme all’ interprete Bruno Conte e al pianista Valentino Piran, un progetto musicale e artistico che vuol rendere omaggio alla figura del cantautore Lucio Battisti, progetto di cui cura la stesura degli arrangiamenti strumentali e la direzione musicale.

Ha collaborato, sia come compositore che come chitarrista, con il quartetto vocale Blue Bop diretto dal Maestro Lorenzo Fattambrini. Da alcuni anni si dedica alla composizione e all’arrangiamento collaborando con varie realtà musicali tra le quali Il Musicaedro, l’Orchestra Palladio, il Quartetto Concordia e l’Orchestra della Camerata Musicale Vicentina.

Ha composto la canzone Essenzialmente, contenuta all’interno dell’album Indirizzo Portoghese di Patrizia Laquidara (2004). Dopo aver vinto una borsa di studio S.I.A.E. come compositore presso il C.E.T. (Centro Europeo Toscolano - scuola fondata e diretta da Mogol) nel 1998, ha partecipato, anche in qualità di interprete, ai Festival del provino organizzati dalla scuola (incontri periodici fra ex allievi e docenti per confrontarsi sulle proprie canzoni e crescere artisticamente) e stabilito un sodalizio artistico significativo con l’ autore di testi Maurizio Bernacchia. Nel 2005 firma un contratto discografico con l’Avventura, etichetta di Mogol.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -