Sanremo, i giovani: Stefano Centomo

Sanremo, i giovani: Stefano Centomo

Stefano Centomo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stefano Centomo ha 20 anni, bellissimi occhi azzurri e vive in un piccolo comune della provincia di Vicenza. Come la maggior parte dei ragazzi della sua età studia, frequenta la facoltà di informatica Multimediale a Verona. Ha diversi hobby: il go-kart, i computer, la tecnologia, l’informatica e lo scii!!! Fin dall’età di 6 anni si è appassionato alla musica iniziando a studiare il pianoforte. A 12 anni si avvicina al mondo della musica pop italiana, iniziando a buttare giù alla tastiera qualche melodia, portando avanti nel contempo gli studi di musica classica.

Dal 2001 inizia lo studio della musica leggera e del canto e da qui in poi, con un lungo e duro lavoro, Stefano inizia a crescere, cercando una propria originalità artistica a livello vocale e musicale. Tutte le canzoni sono una continua sperimentazione di testo e musica; nulla è scontato, testi raffinati e ottime melodie, che spaziano nel pop-rock moderno, fanno l’originalità di Stefano.

I suoi idoli della musica pop-rock internazionale sono artisti come: Coldplay, Queen, U2, Damien Rice, Green Day, Bon Jovi, Robbie Williams etc etc etc (la lista sarebbe interminabile), mentre per la realtà italiana adora i Negrita, Nicolò Fabi, i Negramaro, Cesare Cremonini, DolceNera, Battisti etc etc etc (anche qui lista sarebbe interminabile)…

Nel 2004 inizia a collaborare con l’autore Max Titi, insieme hanno preparato vari brani; Stefano si è esibito in tutta Italia riscontrando sempre un buon successo di pubblico; con la compagnia di spettacolo “Casanova Venice Ensemble” ha interpretato il ruolo di Romeo in “Romeo & Juliette”, di Gerard Presguvic ed il “Notre Dame de Paris”, assieme a Marco Guerzoni e Vittorio Matteucci (interpreti originali del musical).

Il 2006 rappresenta per Stefano un momento importantissimo perché con la canzone “Bivio”, scritta a quattro mani con l’autore Massimiliano Titi, è stato ammesso alla sezione giovani del 57° Festival di Sanremo. “Bivio”, parla delle scelte della vita e di come ogni piccola o grande decisione quotidiana porti a intraprendere percorsi diversi. Idealmente ci sono tante vite parallele quante le decisioni che abbiamo dovuto prendere.

Nel dicembre 2006 Stefano firma finalmente il suo primo contratto discografico con la Dinamica (etichetta del gruppo Time di Giacomo Maiolini), che crede fortemente in questo giovane artista di grande talento e decide di impegnarsi con un progetto artistico fatto di canzoni raffinate, orecchiabili, mai scontate e di grande impatto sonoro. Stefano Centomo, avrà la possibilità di suscitare l’interesse del grande pubblico e di conquistarsi un numero sempre crescente di ammiratori in tutta la penisola.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -