Santa Sofia, crisi sindacale alla Pollo Del Campo: "Come la Fiat"

Santa Sofia, crisi sindacale alla Pollo Del Campo: "Come la Fiat"

Santa Sofia, crisi sindacale alla Pollo Del Campo: "Come la Fiat"

FORLI' - E' crisi sindacale attorno alla Pollo del Campo, la principale azienda della vallata del Bidente. La rottura dei rapporti tra sindacati e proprietà si è consumata sull'applicazione del contratto di lavoro integrativo provinciale: da un lato la proprietà che chiede di mantenere le condizioni attuali, dall'altra i sindacati che invocano il ripristino degli orari e delle condizioni di lavoro precedenti all'attivazione dell'accordo (che risale a 5 anni fa, quando l'azienda andò in crisi e venne inglobata all'interno del Gruppo Amadori).

 

I sindacati Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil hanno assunto una posizione comune definendo "molto grave l'atteggiamento tenuto dalla direzione aziendale che intende non dare applicazione al suddetto contratto, destrutturando di fatto la contrattazione vigente dell'intero settore Provinciale di Forlì e Cesena e non riconoscendo ai lavoratori un diritto già contrattualmente sancito".

 

"Dal 2005 ad oggi i lavoratori della Pollo del Campo hanno contribuito con il proprio sacrificio e la propria professionalità al rilancio di una azienda sull' orlo del fallimento - affermano i sindacati -. Inoltre, giovedì mattina l'Azienda ha divulgato tra i lavoratori un proprio comunicato che in modo subdolo, arrogante ed irrispettoso stravolge le norme contrattuali vigenti".

 

"Le Istituzioni firmatarie del Protocollo  scaduto, a partire dall' Amministrazione Provinciale,  devono essere garanti, nei confronti dei lavoratori, per il ripristino e l'applicazione dei contratti e delle norme vigenti a partire dal Contratto Provinciale Interaziendale - invocano i rappresentanti dei lavoratori -. A fronte del diniego dell' Azienda, le organizzazioni sindacali ed i lavoratori riuniti in assemblea il 23 dicembre 2010 hanno indetto un' Assemblea Sindacale permanente per la giornata di venerdì 24 dicembre e proclamato uno sciopero per l'intera giornata di lunedì 27 dicembre".

 

Lo sciopero comporterà un "presidio davanti all'Azienda e l'immediata attuazione del blocco degli straordinari e di tutte le flessibilità. Nel caso in cui non ci fossero sviluppi positivi della vicenda i Sindacati  ed i lavoratori si riservano di decidere ulteriori iniziative da mettere in campo nei giorni successivi".

 

Per i sindacati del 1° gennaio "l'orario di lavoro da applicare è quello contrattualmente previsto, ivi compresa la pausa retribuita. Per queste ragioni riteniamo che ciò che oggi succede ai lavoratori della Pollo del Campo, sarà inevitabilmente il problema di domani per i Lavoratori dell' Avicoop di Cesena e delle altre aziende avicunicole della Provincia di  Forlì - Cesena". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -