Santa Sofia: il Parco delle Foreste Casentinesi fa appello ai motociclisti

Santa Sofia: il Parco delle Foreste Casentinesi fa appello ai motociclisti

SANTA SOFIA - Da alcuni anni le principali strade del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna (in primis quella del Passo della Calla) sono state scelte dagli appassionati di motociclismo per le loro "escursioni" a cavallo dei valichi appenninici.

 

"Il Parco - si legge in una nota - accoglie volentieri questi ospiti motorizzati che con le loro visite potranno scoprire foreste millenarie ed ecosistemi incontaminati".

 

"Allo stesso tempo però raccomanda agli amici "centauri" di adeguare il proprio atteggiamento allo speciale regime di tutela dell'area protetta. La salvaguardia della fauna selvatica, ma anche il rispetto della quiete e della sicurezza degli altri visitatori (che sempre più spesso si lamentano per la velocità delle moto e per il frastuono prodotto) inpongono infatti all'ente gestore di controllare che tutti i motociclisti siano in regola con le norme vigenti in materia di velocità e di inquinamento acustico".

 

L'Ente Parco fa dunque appello alla sensibilità degli appassionati affinché non scambino le strade dell'area protetta per piste motociclistiche, ma anzi sappiano fruirne in modo compatibile. Al Corpo Forestale dello stato e alle altre forze di polizia è stato chiesto uno sforzo straordinario per il controllo dei comportamenti irregolari.

 

"Se ciò non dovesse rivelarsi sufficiente saranno adottati, d'intesa con gli uffici competenti alla gestione della viabilità, provvedimenti di controllo elettronico e - se del caso - di limitazione del traffico motociclistico" si conclude la nota del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -