Santa Sofia: la Galleria �Stoppioni� insignita del marchio �Museo di Qualità

Santa Sofia: la Galleria “Stoppioni” insignita del marchio “Museo di Qualità

Santa Sofia e Galeata, con la Galleria d'Arte Contemporanea Vero Stoppioni e il Museo Mambrini di Pianetto, dimostrano continuamente di essere due realtà attive, desiderose di crescere e di riscuotere successi sempre maggiori.

A dimostrazione di ciò, lo scorso 24 febbraio gli Assessori alla Cultura dei due Comuni, Isabel Guidi per Santa Sofia e Paolo Poponessi per Galeata, hanno ritirato presso l'Auditorium della Regione Emilia Romagna, a Bologna, il kit destinato ai "Musei di Qualità" designato dall'Istituto per i Beni Culturali della Regione Emilia Romagna.

 

Un museo di qualità è una struttura "con un buon livello della gestione e organizzazione interna, delle attività messe in campo per la valorizzazione delle proprie raccolte": con queste parole Ezio Raimondi, Presidente dell'Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali dell'Emilia Romagna ha presentato il concetto di "Museo di Qualità", un marchio destinato a contraddistinguere tutte le realtà della nostra regione che dimostrano di lavorare attivamente per il diffondere e valorizzare la cultura in generale. Sempre Raimondi sostiene che "la qualità si traduce in sostanza per un museo nella capacità di adeguarsi con attenta sensibilità alle esigenze dei fruitori come istituzione aperta, dialogante e in evoluzione continua. Insignire un museo con questa qualifica significa incentivarlo all'animazione e alla valorizzazione del suo patrimonio."

 

Anche Alberto Ronchi, Assessore alla Cultura, Sport, Progetto Giovani della Regione Emilia Romagna, ha rimarcato l'importanza di diffondere la cultura nei nostri territori, perchè la cultura crea la nostra identità. "È necessario aprire un dibattito serio sulla cultura e parlare in termini di programmazione, necessaria perché quello che realizziamo oggi, quello che semiano lo raccoglieranno le generazioni future", ha concluso Ronchi prima di consegnare i kit di qualità ai musei prescelti.

 

Tutti i "Musei di Qualità" della Regione, dunque, saranno contraddistinti da un unico marchio, nato dalla fantasia dei giovani domiciliati in Emilia Romagna: si è infatti indetto un concorso per la creazione del marchio, e i vincitori sono risultati Laura Bortoloni e Matteo Guidi. Come ha spiegato Laura Carlini, responsabile del Servizio Musei e Beni Culturali della IBC, il logo rappresenta le 9 province della Regione, 9 quante sono le Muse, figlie di Zeus protettrici delle Arti e delle Scienze e da cui, appunto, i musei prendono il loro nome ("museo" deriva infatti dal greco "mouseion", che identificava il luogo sacro alle Muse).

 

"Quello ricevuto a Bologna è un riconoscimento che ci inorgoglisce - commenta Isabel Guidi, Assessore alla Cultura del Comune di Santa Sofia. Per la nostra realtà, ricevere il marchio di ‘Museo di Qualità' è la dimostrazione del fatto che anche una Galleria sorta lontano dai classici circuiti del turismo può e deve lavorare bene, è uno stimolo a proseguire sulla strada della valorizzazione e del potenziamento dei nostri beni artistici e culturali, che sono di grande valore."

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -