Santa Sofia, ospedale Nefetti a prova di terremoto: entro ottobre la fine dei lavori

Santa Sofia, ospedale Nefetti a prova di terremoto: entro ottobre la fine dei lavori

Santa Sofia, ospedale Nefetti a prova di terremoto: entro ottobre la fine dei lavori

SANTA SOFIA - Venerdì 10 giugno si è svolto l'incontro tra l'amministrazione comunale di Santa Sofia e alcuni dirigenti dell'ASL forlivese in merito alla situazione lavori dell'Ospedale Nefetti. I lavori consistono nell'esecuzione delle opere di adeguamento sismico della struttura ospedaliera, che alla fine potrà beneficiare del grado di sicurezza propria degli edifici strategici, cioè di quelli che devono resistere ai massimi terremoti senza riportare lesioni significative

 

Sarà una delle poche strutture sanitarie della nostra Regione, di non recente costruzione, a raggiungere questa caratteristica.

 

I lavori sono in ritardo rispetto alle previsioni iniziali, in parte per esigenze di sicurezza nei confronti degli occupanti, per eseguire diversi spostamenti utili a risolvere esigenze funzionali nel corso dei lavori, per impedimenti in sede di esecuzione e demolizioni e per imprevisti rilevati nella struttura portante sotto gli intonaci, come le pareti perimetrali e divisori interni, per cui si è reso necessario individuare soluzioni specifiche di ripristino e rinforzo della medesima struttura. In particolare il problema principale, attualmente, si concentra nei pilastri al piano terra che saranno tutti cerchiati per rinforzarli adeguatamente.

 

Allo scopo di assicurare la corretta esecuzione e raggiungere i risultati previsti sono state eseguite prove sperimentali (fino alla rottura) su un pilastro campione costruito per constatare mediante verifiche di prova l'efficacia delle soluzioni e dei componenti utilizzati. La fase di sperimentazione e di verifiche è terminata ed attualmente è iniziata la fase di esecuzione sui pilastri esistenti.

 

"Durante l'esecuzione delle lavorazioni di rinforzo strutturale si prevede la chiusura temporanea della Radiologia, si prevede che possa avvenire tra circa un mese per una durata di due mesi circa.

Per assicurare l'esigenza dell'esecuzione di radiografie è previsto l'utilizzo di un apparecchio portatile, naturalmente tale utilizzo riguarda l'esecuzione di radiogrammi con carattere di urgenza. Le prestazioni ambulatoriali verranno temporaneamente erogate presso altre sedi, non è previsto lo spostamento in loco della radiologia per la complessità dei lavori che locali dedicati richiederebbero. Analogamente, per un periodo transitorio, sarà chiusa la cucina per motivi di carattere igienico-sanitario; sono già state individuate, assieme all'Amministrazione, le soluzioni alternative. Il punto di Pronto Intervento resta in piena e completa attività ma verrà temporaneamente collocato nella stessa porzione di fabbricato, adiacente alla collocazione attuale." Si legge in una nota del Comune di Santa Sofia.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Tenuto conto del fatto che alcuni lavori comportano un problema di vibrazioni e di trasmissione del rumore dovuti all'esecuzione di fori sulla struttura, tali da arrecare interferenze per pazienti ed operatori, è verosimile una riduzione temporanea dei posti letto della degenza, come peraltro già verificato in occasione di analoghe lavorazioni per la predisposizione di carpenterie metalliche. Detta limitazione è strettamente correlata alla fase di esecuzione delle lavorazioni in grado di arrecare interferenze. La Direzione lavori verifica, congiuntamente con la Direzione medica del Presidio Ospedaliero e di Reparto, tempi e modalità della riduzione della degenza ubicata nell'ala interessata dai lavori. Il completamento dei lavori di adeguamento è previsto verso la fine del prossimo mese di ottobre".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -