Santa Sofia, premiati i nati a Mortano

Santa Sofia, premiati i nati a Mortano

Santa Sofia, premiati i nati a Mortano

CESENA - Quella di domenica è stata una giornata interamente dedicata all'antico Comune di Mortano e ai suoi abitanti. Fino al 1923, infatti, Mortano e Santa Sofia erano due Comuni distinti, territori compresi anticamente l'uno nello Stato Pontificio, l'atro nel Granducato di Toscana. La nascita di Mortano e la sua storia, fino all'unificazione con Santa Sofia, sono state l'oggetto della conferenza tenutasi in mattinata presso la galleria "Stoppioni".

 

A raccontare gli avvenimenti dei secoli passati è stato Niccolò Mortani, giovane discendente della famiglia Mortani di Mortano. La sua è stata una ricostruzione storica ricca di curiosità e aneddoti, come la storia della scalinata abbattuta perché costruita in parte sul Comune di Santa Sofia, in parte su quello di Mortano, o la differenza tra le unità di misura utilizzate nei due comuni adiacenti. A seguire, Ivano Vespignani ha invece approfondito la parte legata all'unione amministrativa tra Santa Sofia e Mortano, avvenuta appunto negli anno '20 del secolo scorso.

 

Nel pomeriggio, l'Amministrazione Comunale ha voluto riunire gli ultimi nati registrati all'anagrafe del Comune di Mortano, circa una ventina. Per loro, una medaglia e una pergamena, a ricordo di quel Comune che oggi non esiste più, ma le cui tradizioni si sono unite con quelle di Santa Sofia, formando un unico grande Comune. "Una situazione - ha ribadito il Sindaco Foietta - che mi auspico avvenga anche in futuro, per unire i piccoli comuni della Valle del Bidente in uno unico, più forte e importante". 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I nati a Mortano hanno ritirato medaglia e pergamena dalle mani del Sindaco Flavio Foietta, dell'Ingegnere Niccolò Mortani e dell'Avvocato Bianchini, poi la festa è proseguita con tanti ricordi e con l'incontro di amici che non si vedevano da tempo, attorno alle grandi tavole imbandite con la  merenda offerta dall'Associazione Sportiva "Tre Ponti sport fishing". 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -