Santa Sofia, si presenta il progetto per rifare via Nefetti

Santa Sofia, si presenta il progetto per rifare via Nefetti

SANTA SOFIA - Durante una commissione consiliare aperta alla cittadinanza, il sindaco di Santa Sofia Flavio Foietta e l'Assessore Piero Lungherini hanno presentato il progetto per la messa in sicurezza di via Nefetti, la strada che attraversa il paese di Santa Sofia dal centro fino alla periferia.  Il progetto rientra negli interventi finanziati con il Piano per la Sicurezza Stradale e prevede la realizzazione di un marciapiede lungo tutta l'arteria, molto trafficata in quanto via principale di accesso al paese per chi proviene da Forlì e collegamento con aziende e attività.

 

Si tratta di un lavoro che rientra in un progetto più vasto, finanziato per 1.500.000 euro nel 2006, ma i cui fondi sono stati solo recentemente sbloccati dal Ministero. In particolare, per la sistemazione di via Nefetti sono stati stanziati 900.000 euro, mentre 450.000 verranno destinati alla riqualificazione di Piazza Matteotti e altri fondi sono utilizzati per la realizzazione di progetti per la Comunità Montana Forlivese. Non sono previste ulteriori spese da parte del Comune per la realizzazione dei lavori.

 

La sistemazione di via Nefetti partirà dalla zona del Parco Guelfo Zamboni e terminerà nei pressi dell'azienda Pollo del Campo: in tutto questo tratto si realizzerà un marciapiede, si adegueranno le fognature e si poserà un nuovo impianto per l'illuminazione di tutta l'area. È prevista la realizzazione di una rotatoria nei pressi dell'incrocio tra via Nefetti e via Allende, mentre non verrà realizzata la rotatoria per la circonvallazione di Santa Sofia prevista nel progetto risalente al 2006. Questo sia per motivi economici (la rotatoria per la circonvallazione avrebbe avuto un costo aggiuntivo di circa 600.000 euro), sia perché non è un opera strettamente necessaria, come invece è la messa in sicurezza della strada.

 

Per realizzare il marciapiede, che avrà una larghezza di 1,5 metri tranne in casi particolari, dove sarà semplicemente largo 1 metro, l'amministrazione non intende procedere ad espropri, ma prende contatti direttamente con i privati. Durante i lavori si prevederanno anche aree in cui collocare i bidoni per la raccolta dei rifiuti, e verranno collocate pensiline nei pressi delle fermate dell'autobus.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attualmente, si sta finalizzando il progetto: tra i punti da chiarire, la realizzazione del marciapiedi nei pressi di un ponte (Amministrazione e provincia valutano se realizzare il marciapiede a sbalzo, con larghezza di 1 metro, o se sarà necessario ricorrere a lavori più complessi per la realizzazione di un marciapiede largo 1,5 metri) e l'impianto di illuminazione. Si sta valutando, infatti, se procedere con l'illuminazione a LED, che prevede costi iniziali maggiori ma garantisce un risparmio energetico ed economico nel lungo periodo. Si stanno considerando tutti i pro e contro di questa nuova forma di illuminazione, che è ancora in fase di studio, e si deciderà se predisporre infrastrutture e pali adatti a ospitare lampade LED o lampade classiche. Per quanto riguarda le tempistiche, attualmente si sta terminando il progetto esecutivo, poi si procederà all'appalto e, nell'estate 2011, potrebbero iniziare i lavori.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -