SANTA SOFIA - Tregua tra i Ds, costituito comitato 'pro tempore'

SANTA SOFIA - Tregua tra i Ds, costituito comitato 'pro tempore'

FORLI’ - Un percorso comune per superare le divisioni e recuperare il terreno perduto in questi. Con questi obiettivi si è costituito mercoledì sera il nuovo Comitato ‘pro-tempore’ dei Ds di Santa Sofia composto da una trentina di tesserati. Il Comitato ha poi proceduto alla nomina di un coordinamento di sei persone di cui fanno parte Riccardo Balzani, Giancarlo Biandronni, Oscar Cortezzi, Piero Lungherini, Lorenza Morelli e Luciano Neri con il supporto di Piero Flamigni e del segretario della Federazione Ds di Forì, Marcello Rosetti.

Compito del nuovo Comitato sarà quello di aprire e chiudere il tesseramento per l’anno 2006 e riprendere il dialogo interno ed esterno al partito nel comune di Santa Sofia in vista del prossimo congresso, che riveste un importanza cruciale per il futuro dei Ds e di tutto il centrosinista, vista l’importanza dei temi al centro del dibattito (Partito democratico in primis). Un’occasione importante per coinvolgere anche i santasofiesi nella discussione sul partito democratico e per offrire loro l’opportunità di partecipare alla costruzione di questo nuovo soggetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono convinto che a Santa Sofia la situazione potrà tornare a tempi brevi in regime di armonia – afferma il segretario della Federazione Ds, Marcello Rosetti – e il fatto che il principale partito cittadino riprenda il proprio lavoro lo ritengo un evento positivo per tutta la comunità locale. Da tutte le anime che si sono confrontate nell’incontro di mercoledì sera, è emerso un impegno comune ad andare nella direzione della ricostruzione del dibattito e di un percorso unitario, che sappia guardare anche al di là del prossimo congresso. L’auspicio è che il segnale che giunge da Santa Sofia diventi uno stimolo anche per tutte le altre realtà del comprensorio forlivese”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -